Vista dall'alto

Itespresso

Suse e Microsoft, patti chiari e amicizia lunga

Nel 2003 Novell annunciò l'acquisizione di Suse e nel 2006 furono stretti accordi di scambio con Microsoft. Microsoft in pratica vergò un contratto con Suse secondo il quale si impegnava ad acquistare 'certificates' di Suse Linue Enterprise da rivendere ai propri clienti che utilizzavano Linux, in nome dell'interoperabilità tra il suo sistema operativo e quello open source.

E entrambe le società si impegnavano a non farsi la guerra riguardo violazioni reciproche dei brevetti software. Poi Novell è stata acquisita da Attachmate (fine 2010); ora sono trascorsi cinque anni da quando Microsoft ha stretto gli accordi con Suse, e un anno prima della scadenza vengono rinnovati. La comunità open source non ci ha mai visto chiaro: un patto con il diavolo? Un compromesso onorevole e conveniente per la sopravvivenza?

Pensate quello che volete. Comunque sia Ballmer a più riprese non ha perso occasione per sollecitare il pagamento di 'licenze' agli utilizzatori di Linux. Si tratta di un business da 100 milioni di dollari di certificati di supporto prioritario Suse che Microsoft può vendere per altri quattro anni. E' solo questo ciò che conta.

Mario De Ascentiis

Inserito il 26 di luglio 2011 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Win 7 e Win Server 2008 R2, Service Pack il 22 febbraio

Microsoft conferma che il 22 Febbraio saranno disponibili le Release to Manufacturing (RTM) di Service Pack 1 per Windows 7 e Service Pack 1 per Windows Server 2008 R2. Per gli utenti Msdn invece il rilascio della RTM è anticipato al 16 di Febbraio. La pagina di download per tutti è il Download Center
e ovviamente si può procedere dal menu di avvio di Windows seguendo la normale procedura di Windows Update. Microsoft non preannuncia significativi cambiamenti in Windows 7, il SP comprenderà tutti gli aggiornamenti già rilasciati e minori perfezionamenti.

Invece in Win Server 2008 R2 ci saranno due novità di rilievo: Remote FX, per sfruttare le Gpu fisiche dei server (con supporto 3D e Win Aero), anche in ambienti di virtualizzazione del desktop, con Hyper-V, nelle sessioni di lavoro Remote Desktop; e Dynamic Memory che permette di incrementare ancora la densità di macchine virtuali per ogni server, senza aggiungere risorse.

Mario De Ascentiis

Inserito il 10 di febbraio 2011 in Windows 7, Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Bob Muglia lascia

Steve Ballmer manda un'email a tutti i dipendenti, l'oggetto è "STB Building on Success, Moving Forward" l'argomento è "Bob Muglia Transition", in soldoni le dimissioni di Bob Muglia. Riporto quelle che secondo me sono le frasi chiave: "Entriamo nell'era del cloud computing, Microsoft e il nostro team STB stanno definendo il futuro[...], e alla Pdc abbiamo dimostrato i veloci passi in avanti di Windows Azure". E poi il passo fatidico: "Bob Muglia e io abbiamo parlato del business globale e di cosa serve per accelerare la crescita. In questo contesto io ho deciso che è tempo di cambiare la leadership per la divisione STB[...] In congiunzione con questo cambiamento di leadership Bob ha deciso di lasciare Microsoft questa estate". E infatti la 'transition' di Muglia avverrà a fine anno fiscale. Seguono ringraziamenti (23 anni di onorato servizio, etc.etc.).

Si può essere più chiari di così?

Mario De Ascentiis

 

Inserito il 11 di gennaio 2011 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

L'importanza di Microsoft Lync

Si chiamava Microsoft Office Communicator, e ora si chiama Microsoft Lync. Il distacco da Office, per quanto riguarda il nome, segna anche semanticamente una maggiore apertura al mondo della comunicazione aziendale tout court, in diretta concorrenza a Skype, che invece è ben ancorato nel mondo consumer. Per Lync il target è la comunicazione enterprise. Dal punto di vista tecnologico il 'communicator' client si appoggia a Lync Server, quasi come Windows Messenger a Exchange Messaging Server. Se volete provare una trial gratuita potete scaricarla dalla pagina Lync. Microsoft Lync arriva ufficialmente sul mercato dal 1 Dicembre 2010, e la versione online sarà disponibile come parte di Office 365, nel 2011.

Tra i clienti eccellenti nel mondo ci sono già: Nikon che lo usa con SharePoint e Exchange, France Telecom e The Estee Lauder.

Lync è Instant messaging, comunicazione unificata audio e video anche in Hd, webconference e  la possibilità di effettuare chiamate telefoniche Pc/Pc. Eppure ci si continua a spostare, e se ci caliamo nella realtà del nostro paese è inevitabile sorridere, pensando alla sensibilità al budget delle imprese, escludendo tutte le piccole, e anche tante 'medie'. Può essere Microsoft Lync tra le priorità di spesa, quando la spesa corrente di maintenance è già superiore alla disponibilità del protafoglio e i CFO guardano prima la riga in fondo al tabulato Excel e solo dopo quanto potrebbero aver risparmiato da qui a un paio di anni?

Mario De Ascentiis

 

 

 

 

 

Inserito il 18 di novembre 2010 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Anche Ray Ozzie esce di scena

Ha 'inventato' Lotus Notes, e poi in Microsoft negli ultimi anni la piattaforma cloud Azure praticamente si identificava in lui. Dopo il neo-Ceo di Nokia, se ne va da Microsoft anche il successore di Bill Gates (era CSA), Ray Ozzie, lo stratega visionario sul futuro del software e del cloud applicativo. Ozzie se ne va dopo Kevin Johnson (piattaforme e servizi), Chris Liddell (Cfo), Robbie Bach (a capo della divisione phone e giochi), Stephen Elop (Office). Ballmer sembra non voglia sostituirlo, e non fa una piega. Microsoft a poco a poco sta cambiando volto, lo 'scivolo' per Ozzie prima della pensione è stato preparato nella divisione Entertainment.

Mario De Ascentiis

Inserito il 19 di ottobre 2010 in Windows Server
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Exchange e iPhone, come sincronizzare Note e Task

iPhone supporta bene Exchange e il servizio push per le caselle di posta Exchange, e da qualche giorno anche per le caselle Hotmail. Il supporto del melafonino è buono, più che buono ma non ottimo. Ed è un peccato, perché Microsoft Exchange è a nostro avviso un server eccellente e sarebbe un piacere poter sincronizzare anche le note e i task.

Con iPhone si possono sincronizzare tutte le cartelle (non solo la posta in arrivo e quella inviata), i contatti, il calendario. Ma in fase di configurazione nemmeno il nuovo iOS 4 permette di sincronizzare sia Note sia Task. 

Farlo è comunque possibile, in App Store sono proposte diverse applicazioni. Vi consigliamo di dare un'occhiata a queste tre:

  • TaskData
  • TaskTask
  • iMExchange

Noi le abbiamo provate tutte, con qualcuna non siamo nemmeno riusciti a portare a termine la configurazione. Purtroppo le accomuna il fatto di essere tutte costose (TaskData 7,99 euro; TaskTask 3,99). La migliore a nostro avviso è iMExchange (5,99 euro). Permette la sincronizzazione di Task, Note e Contatti e la gestione delle risposte alla posta elettronica quando si è fuori ufficio. Il vantaggio rispetto alle altre è che è disponibile anche la versione IMLite Viewer gratuita. Almeno potete provare se la configurazione funziona e tenere questa app gratis se non vi servono altre feature.

Mario De Ascentiis

Inserito il 7 di settembre 2010 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Azure, tre schermi e la cloud

E' un Ray Ozzie più pragmatico che profetico quello della PDC 2009. La visione dell'azienda basata sull'idea che servizi e software saranno sempre più fruiti e utilizzati su computer, smartphone e TV, fotografa una situazione molto vicina al presente. Non una vision, perché i tempi sono stretti, ma un buon segnale di sveglia, come dire, ci siamo. Azure è poco sistema operativo, e molto di più è piattaforma applicativa. Microsoft crede che non tutto sia destinato alle nuvole, ma che sia la soluzione ibrida quella che guiderà lo sviluppo dei prossimi anni. E così Azure deve favorire proprio lo sviluppo di questo ecosistema. Ma allora cos'è Azure in pratica? E' una piattaforma applicativa on the cloud per consentire agli sviluppatori la scrittura di applicazioni sui server nei data center Microsoft: utilità strategica indubbia. Se siete utenti finali però state tranquilli: per questa volta non dovete installare né aggiornare nulla :-)

Mario De Ascentiis

Inserito il 18 di novembre 2009 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Chrome OS e Gazelle, il PC non sarà più lo stesso

Il PC poco alla volta potrebbe diventare una bella scatola vuota: virtualizzazione, servizi cloud e una base di OS (Chrome, forse Gazelle per Microsoft) per accedere a tutto quanto. Dal punto di vista tecnico, l'idea di lavorare solo 'in the cloud' è più che realizzabile. Anzi, tanti vendor puntano a quello e parlano giustamente di risparmio, solidità dell'infrastruttura e quello che volete. Sarà però importante riflettere bene su cosa questo significa declinato nelle sue più alte espressioni. Magari non ci si dovrà più preoccupare del backup locale, ma questa sarà la scelta di chi si 'affida' ciecamente ai datacenter e a chi li gestisce. Le nuvole non sono quelle che si trasformano in temporali e poi si dissolvono? Insomma, il potenziale è eccezionale, tanto quanto i rischi...

Mario De Ascentiis

Inserito il 9 di luglio 2009 in Windows Server
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Azure tra le nuvole di New Orleans

Se ne era parlato l'anno scorso alla PDC 2008 di Los Angeles, che aveva rappresentato anche l'esordio di Windows 7. Tra un mese a New Orleans (13 luglio) Microsoft svela ai partner piani, prezzi e strategie per vendere il cloud computing di Redmond, Azure. Si serranno le fila insomma per i tempi di guerra con Google, tra le nuvole: sempre più vicini ad avere tutte le applicazioni e le informazioni sui data center e un terminale qualsiasi, in ogni parte del mondo, per gestirle.

Mario De Ascentiis

Inserito il 16 di giugno 2009 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Google Apps Sync, attacco a Exchange

Doveva arrivare il momento ed è arrivato, Google Apps Premier ora comprende Google Apps Sync per Microsoft Outlook. Gli utenti che lo vogliono possono utilizzare Outlook ma sfruttare i servizi e le innovazioni di Google Apps. E, promette il sito di Google, passare i dati da Exchange a Gmail sarebbe solo questione di due clic. Il video è abbastanza esplicativo, tanto esplicativo da far quasi impressione. Tanto più che come esempio è proprio scelto il caso di una tal Mary che ha un account aziendale su Exchange e migra tutto sullo nuvole di Outlook... Avevo scritto di Android come di una spina nel fianco, questo dovrebbe fare ancora più paura a Redmond e suonare la sveglia...
Mario De Ascentiis

Inserito il 11 di giugno 2009 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità