Vista dall'alto

Itespresso

Le App di Windows Phone girano su Windows 8

"Si scrivono per Windows Phone e girano sia sugli smartphone, sia sul sistema operativo per i desktop Windows 8". E' questa un'altra novità che si è lasciato sfuggire il CEO di Nvidia con un giornalista di Cnet riguardo le applicazioni sviluppate per Windows Phone 7 con Silverlight. Grazie alla piattaforma di sviluppo Jupiter, con l'interfaccia di Windows 8 si potrebbero così visualizzare le App che girano in ambiente mobile. Tutto più facile, considerato che Windows 8 si apre ad Arm. Tutto leggermente più complicato dal punto di vista delle strategie per Intel, che deve muoversi con decisione in qualche direzione che non sembra più essere quella di MeeGo.

Potremmo anche assistere ad evoluzioni significative dello scenario attuale: l'interoperabilità tra tutti i device è un verbo che predichiamo da tempo, e scrivere un'applicazione una volta per tutte e portarla con il minimo sforzo dove si vuole, è di certo un vantaggio per chi sviluppa e chi vende le applicazioni e anche per chi cerca supporto. Resta fondamentale però il tassello di un ambiente confortevole, veloce, con un'interazione impeccabile.

E questo di ritrovare il proprio ambiente ovunque in fondo era uno dei punti di forza di quella strada abbandonata oramai da tempo rappresentata dalle prime versioni di Windows Mobile, quando Hp faceva i palmari solo per gli OS di Microsoft e Microsoft aveva una quota di mercato negli smartphone (che contavano poco o nulla) che si leccherebbe i baffi ora a ri-raggiungerla. Sembra un'altra era... Erano 3/4 anni fa.

Mario De Ascentiis

Inserito il 8 di settembre 2011 in Windows 8, Windows Mobile, Windows Phone
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 8 in video, chi lo capisce è bravo

Arrivano le prime schermate di Windows 8 che Microsoft stessa definisce una 'rivisitazione' di Windows. Un pc (tablet, e quant'altro) basato su Windows 8 sarà un nuovo tipo di device. E Windows 8 permetterà di scalare dai più piccoli sistemi con mouse e tastiera ai più grandi touchscreen... E già qui ci viene qualche pensiero. Ce ne vengono di più quando sentiamo che le applicazioni di oggi per Windows 7 andranno bene anche su Windows 8 (quindi anche per i tablet?). Come se usare un device con le dita o con il mouse e la tastiera sia la stessa cosa. Poi però arriva il virgolettato: "These new Windows 8 apps are full-screen and touch-optimized, and they easily integrate with the capabilities of the new Windows user interface". Quindi qualcosa cambia per gli sviluppatori. Ci saranno applicazioni di Windows 7 che vanno anche su Windows 8, ma non si troveranno poi così bene, e poi applicazioni disegnate ad hoc per Win8?  Pare di sì.

Dalle prime schermate si capisce che: trionfano i rettangoloni, a partire dalla schermata di accoglienza. Eredità di Windows Phone proprio per come sono pensati. Con schermate riassuntive del proprio 'status' (contatti, investimenti, previsioni del tempo...) e, per quanto si è visto, trionfa l'esperienza touch, con le applicazioni Word ed Excel che quando vengono mostrate sembra proprio non c'entrino più nulla con il nuovo ambiente.

Qui arriva il dubbio: Windows 8 è il tentativo di portare un'esperienza touch e mobile sul desktop o di costringere un desktop a diventare touch e portatile? Davvero si è certi che per ogni nostro device sia sufficiente un'esperienza di questo tipo? Domande che potrebbero anche avere risposte coraggiose. La prima demo di Windows 8, come è giusto che sia, suscita un'infinità di interrogativi. Solo di una cosa siamo sicuri: se in Microsoft adattano quello che hanno in casa per tutti i device con una nuova skin, o mettono un semplice strato software sopra il codice che hanno, si tratterà di un fallimento sicuro. Non possiamo dirlo, speriamo che non sia così. Speriamo che non sia nè Windows Phone, nè Windows 7. Speriamo che sia davvero qualcosa di nuovo.

Mario De Ascentiis

Inserito il 2 di giugno 2011 in Windows 7, Windows Mobile, Windows Phone
Permalink | Commenti (8) | TrackBack
Tag Technorati: , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

iPad 2 e gli altri tablet... 2-0 e palla al centro

Il silenzio di Microsoft nel mercato dei tablet, se non altro, avrà portato Redmond a risparmiare qualche soldo. Perché il panorama attuale parla forte e chiaro. Anche per il 2011 padrona del mercato è Apple.

A Barcellona MWC 2011 avevo pensato che il momento per una concorrenza forte di Android fosse finalmente arrivato. E' così, ma sulla tempistica Apple batte Google Android 2-0, e Microsoft è sconfitta a tavolino. Anche la seconda infornata di iPad ruba altre quote agli Android, che arriveranno (a un prezzo più alto) solo da questa estate (e non con tecnologie più evolute).

Le cifre sono impressionanti, ancora di più se si tiene conto che 7 utenti di iPad 2 su 10 sono nuova gente conquistata dalla tavoletta, oppure geek che hanno aspettato la seconda generazione (come spesso è bene fare quando Apple sforna le sue idee più innovative). Sembra buffo, ma che siano 500.000 gli iPad 2 già venduti o un milione, tutti gli altri vendor farebbero la firma per iniziare così, senza contare gli iPad di prima generazione.

Il tempo di Android arriverà, ma non è ora, quello di Microsoft arriverà, ma non è ora, né domani... La strategia di vendere slate con Windows 7 come device per le aziende sta in piedi a stento, solo fino a che non si avrà un OS competitivo per la massa. Sono anni, questi, in cui è il mercato consumer che cambia le regole e spinge l'evoluzione in azienda. Pensare di avere successo con un device che dal mondo business entra nelle case degli italiani fa sorridere.

Mario De Ascentiis

Inserito il 14 di marzo 2011 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Elop e Ballmer, un accordo coraggioso

C'era l'atmosfera di annunci importanti, se ne parlava da tanto. L'accordo Nokia-Microsoft è un accordo coraggioso e una scelta di quelle 'o la va o la spacca'. Per Nokia l'adozione di Windows Phone diventa strategia primaria, e nello stesso tempo Nokia aiuterà Microsoft a guidare e definire il futuro della piattaforma. Microsoft guadagna la penetrazione di Windows Phone anche sui terminali di fascia bassa e Bing sarà il motore di ricerca nei servizi di Nokia. I negozi di software e contenuti di Nokia, con il Marketplace Microsoft, si fonderanno. Si va verso una guerra non tanto tra sistemi operativi mobile, quanto tra ecosistemi (l'App Store anche sui computer vi fa suonare qualche campanello?).

Intanto Android cresce dell'890%, Apple ha già una roadmap predefinita con iPhone 5, Mini e iPad 2 e 3 e sforna soluzioni software a manetta, e infine Hp gioca le proprie carte sull'integrazione smartphone, Pc e tablet con WebOs. Si aspettano le mosse di Rim. Questo è lo scenario, ma il nemico per tutti ora è chiaramente Android; più che un tutti contro tutti è su Android che si focalizza la competition.

Elop e Ballmer si fanno coraggio: "There are other mobile ecosystems. We will disrupt them. Success requires speed, We will be swift. Together, we see the opportunity, and we have the will, the resources and the drive to succeed".

Se questo è il "tuffo dalla piattaforma in fiamme in mezzo al mare", in Nokia devono saper nuotare molto bene.

Mario De Ascentiis

Inserito il 11 di febbraio 2011 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (3) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Nokia e Microsoft, la strana coppia

Gli ingredienti ci sono tutti: Elop che da Microsoft prende le redini di Nokia, il declino di Symbian, la partnership con Intel per MeeGo, che deve ancora dare buoni frutti... E il tempo stringe. Per Nokia come per Microsoft. L'idea è un po' questa: mettiamo insieme le nostre forze, prendiamo i pezzi buoni che ognuno di noi ha, e queste barche che scricchiolano potrebbero anche tornare a navigare in mare aperto con sicurezza e un buon carico di passeggeri, portando vantaggi a tutti quanti. Non ci resta che aspettare l'annuncio delle nozze (11 febbraio?), anche se qualcuno sperava in questo matrimonio già più di un anno fa.

Mario De Ascentiis

 

Inserito il 4 di febbraio 2011 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (7) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Phone 7, paghi uno e prendi due

Gli utenti di Windows Phone 7 aspettano per gennaio il primo 'service pack' che dovrebbe portare significativi miglioramenti - tra cui la possibilità di tenere aperte più applicazioni insieme - e intanto alcuni operatori (ma non in Italia) sono partiti con importanti operazioni commerciali per invogliare all'acquisto di Windows Phone 7. Per esempio con la tipica offerta sconto: prendi 2 e paghi 1.

Non è il caso di arrivare a conclusioni troppo azzardate. Windows Phone 7 non va così male da doverlo regalare. Non va benissimo, ma non siamo a questo punto. In realtà gli operatori legano questo 'sconto' alla sottoscrizione di nuovi piani a 24 mesi, e quelli non sono regalati. E poi, spiegano, è lo stesso trattamento che era stato riservato anche agli smartphone con Android (l'ha fatto Verizon a metà 2010) e ha portato buono. L'offerta, che in Italia suonerebbe come una resa, preannunciando un vero e proprio bagno di sangue, all'estero sembra abbia tutt'altro significato e porti a buoni risultati.

Non resisto: ve l'immaginate un prendi due e paghi uno con iPhone?

Mario De Ascentiis

Inserito il 10 di dicembre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Che corsa forsennata per le Apps

Regalarsi una manciata di Apps è proprio un'ottima idea in tempo di crisi. Costano poco - non tutte però, il catalogo Rim è abbastanza caro, ce ne sono tante a 9 euro e tantissime intorno ai 2 euro! - e danno soddisfazione perché bene o male lo smartphone si usa spesso. 

Anche in Microsoft la pensano così tanto che, per le vacanze natalizie, proprio gli sviluppatori sembrano essersi dati parecchio da fare per arrivare a quota 3.000, in questa settimana. Si sa, è Apple al momento ad avere il negozio più nutrito di Apps e sono di qualità, quelle utili proprio nella vita di tutti i giorni, non solo giochi, non solo cretinerie.

Per promuovere le proprie in US e UK, Microsoft  fa sfogliare il catalogo con Bing Visual Search, le apps poi sono promosse sull'Xbox 360, così come su Windowsphone.com, e su Zune, ovviamente poi ci pensa la pubblicità battente. Difficile sapere se sarà sufficiente per far passare a Microsoft un Natale tranquillo...

Intanto i negozi di apps fioriscono come i funghi, ultimo arrivato quello di Acer... Poi come sono fioriti qualcuno 'salterà'...I vendor dovranno pur fare accordi, consorziarsi. Pensate a quando vorrete cambiare marca di smartphone e perderete tutta la collezione. Vi trovate bene ad avere 10.000 account, uno per ogni device in circolazione?

Mario De Ascentiis

Inserito il 26 di novembre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Phone 7 nasce e si evolve. Il tablet avrà un sistema vicino a Win7

E' solo un primo traguardo quello raggiunto oggi da Microsoft con l'annuncio ufficiale di Windows Phone 7 che sarà disponibile sugli smartphone Lg, Samsung e Htc in Italia dal 21 di Ottobre. Pietro Scott Jovane, AD Microsoft Italia, in occasione dell'annuncio nel nostro Paese, sottolinea la "volontà di ascoltare i propri utenti", spiega che tutte le funzionalità richieste, se la richiesta sarà 'a furor di popolo', verrà accontentata (per esempio il copia e incolla, che manca). E tra le righe manda segnali di conferma per quanto riguarda il pad di casa Microsoft. Per esempio che il tablet, quando arriverà, avrà un sistema operativo decisamente più vicino a Windows 7 che a Win Phone 7 per smartphone, perché "Microsoft vuole che l'esperienza con la tavoletta sia senza limitazioni, come ci ha abituato a non avere limiti l'utilizzo del Pc".

Con Windows Phone 7 scende nell'agone promettente del mercato smartphone un nuovo competitor. E a dispetto delle previsioni degli analisti gli obiettivi dichiarati di Microsoft sono di diventare uno dei primi tre sistemi operativi per smartphone. E' probabile che le limitazioni di cui già si è detto vengano presto rimosse con aggiornamenti e release, ora la palla passa da un lato ai vendor, ma ancora di più agli operatori. Sono convinto infatti che una strategia aggressiva su questo fronte possa far riguadagnare terreno in tempi brevi, poi però la qualità dell'abbinata hardware e software deve trovare conferme definitive presso gli utenti, con tante apps di qualità e un modello che si afferma come riferimento proprio per l'experience che è in grado di offrire. Si sa, la vita media di uno smartphone è di 18 mesi. Poi... c'è il 'diritto di recesso': piattaforma che perde, si cambia.

Mario De Ascentiis

Inserito il 11 di ottobre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

A Natale il tablet di Microsoft

Lo ha promesso Steve Ballmer a Londra: "Per Natale anche Microsoft avrà il tablet con Windows". La versione di Windows che ci finirà sopra non è ancora certa, ma quella che si avvicina di più al momento è Windows EC 7, una Technology Preview che si era già vista su Eee Pad, grande atteso a sua volta.

Se i tablet finora visti hanno fatto la gioia del produttore di chipset Arm, che in questo semento fa tombola, sarà interessante vedere quando nell'agone di questo mercato ci sarà anche Intel che proprio di recente ha promesso processori "fit all". Potrebbe essere l'occasione per vedere qualcosa di realmente nuovo: Microsoft insieme a Intel ha sempre portato buoni frutti.

Mario De Ascentiis

Inserito il 7 di ottobre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Phone 7, cosa c'è e cosa no

Chi ha buona memoria e maneggia smartphone da qualche anno non può far finta di non ricordare che Windows Mobile pur con tanti limiti, aveva tutto: si poteva fare tethering con il cellulare, supportava l'espansione di memoria con schedine SD, si faceva il copia e incolla, ogni vendor poteva personalizzare l'interfaccia (comunque inutilizzabile senza uno stilo), Bluetooth poteva essere utilizzato per scambiare file, oltre che per collegare gli auricolari, la risoluzione del display era a piacere.

Arriva Windows Phone 7 e Microsoft ha deciso di procedere con i piedi di piombo. Si parte senza alcune funzioni (vedi sopra), e si vedrà nel tempo se varrà la pena di aggiungerle; si segue quindi un po' la strada che ha percorso Apple (che ha aggiunto dopo il Copia e Incolla e il multitasking su iPhone), ma la si segue con oltre un anno e mezzo di ritardo, che si pensava invece fosse stato utilizzato per re-ingegnerizzare il tutto.

Insomma, di 'stuzzichini' ne mancano parecchi, speriamo ci sia la 'sostanza'.

Mario De Ascentiis

Inserito il 28 di settembre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità