Vista dall'alto

Itespresso

« Microsoft nell'era di Windows RT  | Home | 10 buone ragioni per Windows Phone 8 » 

Win 7 supera Win Xp. Vista è solo un brutto ricordo

Anche Windows Xp, infine, ha ceduto il passo a Windows 7 che a nostro avviso è il miglior sistema operativo di Microsoft degli ultimi 12 anni. Ma ad Agosto, secondo Netmarketshare, Windows Vista (tra i disastri di Microsoft) ha ceduto il passo anche a Mac OS X che lo ha superato (Windows Vista ha appena il 6,5 raggiunto da tre versioni di Windows Mac Os X 10.x) .

Windows 7 e Xp si dividono le quote di market share con una percentuale intorno al 42 percento, ciascuno dei due sistemi operativi. E' un quadro che da un lato offre l'idea per cui circa l'85% dei computer per gli utenti finali del mondo utilizzano Windows, ma anche che quasi metà del pianeta non ha ancora cambiato sistema operativo, ed è "sopravvissuta" ugualmente e a distanza di più di 10 anni con un Os di due generazioni fa.

Solo pochi giorni fa abbiamo provato a installare una versione di Windows 7 Starter Edition su un netbook EeePc 900. Non è una macchina di 10 anni fa, bensì di circa quattro, eppure funziona solo con Windows Xp o Linux, c'è poco altro da fare. La lunga vita di Windows Xp è legata al fatto che il sistema operativo occupava pochissimo spazio disco rispetto alla versione successiva, era più leggero e a dispetto di tutto, gira più che discretamente con un grado di familiarità raggiunto non da poco anche tra i non più giovani, riottosi ai cambiamenti.

Windows Xp andrà verso il tracollo dal 2014, quando cesserà il supporto, ma è necessariamente rientrato tra le possibilità di upgrade a Windows 8 per appena una manciata di euro, proprio per la sua longevità e per non perdere così per strada un 42 percento, molto più significativo del numero in sè.

Windows 8 deve ancora debuttare e il marketing, che di quanto è successo a Windows Vista ha appreso la lezione, sta facendo di tutto per favorirne l'adozione, ma riesce comunque a scontentare qualcuno.

Windows 8 gode delle migliori possibilità di upgrade mai riservate a un OS. Per il modico prezzo di 14,99 euro chi dal 2 giugno 2012 e fino al 31 gennaio 2013 compra un pc con Win 7 può passare a Win 8. I vendor hanno rimodulato l'offerta dell'autunno per lasciare spazio a nuovi form factor in cui l'esperienza touch è essenziale per poter godere appieno di Win 8. Costa appena una quarantina di euro passare da Windows 7 a Windows 8, indipendentemente da quando si è comprato il pc.

Ma attenzione! Solo chi passerà a Windows 8 Pro (l'upgrade in questo caso costa 69,99), avrà la possibilità di tornare indietro a Windows 7. Un'operazione che non si potrà effettuare con Windows 8 licenza base. Il downgrade non è un'operazione che Microsoft può incentivare, ma allo stesso tempo pensare di vincolare a Windows 8 sarebbe abbastanza... Antipatico e controproducente?

Mario De Ascentiis

Inserito il 4 di settembre 2012 in Windows 7, Windows 8
Permalink

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

TrackBack

Permalink
http://www.typepad.com/services/trackback/6a00d83451b2c469e2017d3bd26a3d970c

Lista dei blog che mi linkano "Win 7 supera Win Xp. Vista è solo un brutto ricordo":

Commenti