Vista dall'alto

Itespresso

« Windows Phone 8 con il kernel NT. Il senso  | Home | Office 15 e la suggestione di una roadmap perfetta » 

Microsoft, un colosso che ha bisogno dei nani

"Siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l'altezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti"

Cosi' pensava Bernardo di Chartres di se' e dei suoi contemporanei (e cosi' e' citato da Giovanni di Salisbury). Questo a significare che l'uomo del proprio tempo progredisce, non solo per l'altezza del proprio intelletto, ma perché parte da un punto di osservazione piu' alto, sulla scorta dell'esperienza dei classici e in genere dei grandi che lo hanno preceduto.

Ecco perche' penso che anche Microsoft nel terzo millennio abbia bisogno dei nani. Perche' il colosso di Redmond ha un'expertise enorme, ma soffre di tutte le sindromi tipiche dei colossi: lentezza, scarsezza di idee innovative, difficolta' al ricambio (con il rischio di mandare avanti gli imberbi, ma senza scovare i geni).

Basterebbe un nano sulle sue spalle, che fosse pero' illuminato e geniale, qualcuno che riuscisse a traguardare un'idea davvero rivoluzionaria, qualcuno che - anche solo un istante prima dell'alba - quando oramai la vedono tutti, capisse qual e' il punto esatto da cui sorge il sole. Per avere quella freschezza che manca al colosso, per inventare qualcosa dal nulla che piaccia come Android e iOS.

Mario De Ascentiis

 

Inserito il 27 di gennaio 2012 in Windows Phone
Permalink
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

TrackBack

Permalink
http://www.typepad.com/services/trackback/6a00d83451b2c469e201630016fc27970d

Lista dei blog che mi linkano "Microsoft, un colosso che ha bisogno dei nani":

Commenti