Vista dall'alto

Itespresso

« novembre 2011 | Main | gennaio 2012 »

Google Mail, un cavallo di troia nel regno di Outlook

Google è partita offrendo un semplice servizio di posta consultabile via Web, poi ci ha costruito attorno il mondo delle Apps, poi ha saputo fare diventare Google Mail anche un servizio per il business, e da tempo si può utilizzare con il proprio dominio (si può usare quindi Google Mail con un account @tuocognome.com).

Ora con Google Apps Sync For Microsoft Outlook  ha facilitato al massimo la penetrazione di qualsiasi tipologia di account Google Mail (che sia business o no) in Outlook e così ha bello e pronto anche il supporto Mapi, per poter sincronizzare Calendario, Contatti e Posta elettronica sui Google server tramite Outlook, proprio come fa un account Exchange.

Se si lavora con i dispositivi mobile è tutto ancora più facile. Si imposta un account dicendo allo smartphone che è un account tipo Exchange, si inserisce la propria user id e la propria password, il server è m.google.com e tutto si sincronizza in un attimo. 

Davvero un bel servizio. Outlook  e Office è forse il software migliore che Microsoft abbia in casa, ci manca solo che Google gli porti via anche questo, visto che pure Explorer è a rischio...

Mario De Ascentiis

Inserito il 22 di dicembre 2011 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Le icone con il segno di spunta

Tanti ci chiedono perché su alcune versioni di Windows 7 le icone hanno in alto a sinistra un quadratino er accogliere un segno di spunta per la loro selezione, ma in altri casi questa casellina manca. In realtà la presenza o meno dei quadratini di spunta non dipende dalla versione del sistema operativo, ma è possibile far comparire e scomparire le caselline da 'flaggare' in pochi passaggi semplicissimi. E vi spieghiamo come.

Aprite il menu Start e scrivete Pannello di controllo, apritelo con un clic, selezionate Aspetto e personalizzazione e poi di seguito Opzioni cartella, il tab Visualizzazione e qui cercate la voce Utilizza caselle di controllo per selezionare gli elementi.  Qui accertatevi di vedere nel quadratino corrispondente il segno di spunta. Ora, ogni volta che passerete con il mouse sopra un'icona, comparirà la casellina con il segno di spunta, utile anche per le selezioni multiple quando le icone non sono contigue.

Mario De Ascentiis

 

Inserito il 20 di dicembre 2011 in Windows 7
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Phone 7, come recuperare su Android e iOS

Io non ho ancora nessun amico o collega che dopo aver usato Windows Phone mi abbia detto: "Wow, per me è il migliore sistema per gli smartphone, non lo cambio più". E quindi staremo a vedere se i consigli dei nostri amici d'oltreoceano saranno sufficienti a dare il boost a Windows Phone 7. Sta di fatto che:

1. Microsoft potrebbe giocare molto meglio la carta della sicurezza di Windows Phone, rispetto ad Android. Per tutto quello che riguarda il mondo delle App. Vero è che Android è sotto attacco più di Windows Phone 7. Ma fare e comunicare meglio ilsolido lavoro sul controllo delle App nello store e sull'OS, potrebbe portare qualche punto in più. Se non fosse che il bug dell'altro ieri sugli SMS già ha fatto dei danni

2. Aspettiamo ancora uno smartphone Microsoft che stupisca per prestazioni, durata della batteria, qualità complessive al top. Aspettiamo ancora (Nokia non ce l'ha ancora mostrato, noi crediamo abbia altre frecce al proprio arco) il migliore smartphone in assoluto con Windows Phone, quello che fa dire: "Wow". Il problema della durata della batteria è impressionante. Nessuno smartphone lavora due giorni senza ricarica, ma se si lascia aperta la connettività 3G e il traffico dati su Windows Phone 7 si corre seriamente il rischio di accendere il telefono carico alle 7 del mattino e non riuscire ad arrivare alle 16 del pomeriggio. Se il problema è di architettura hardware/software sono guai seri. Una pagina di Microsoft spiega come risparmiare le risorse della batteria: va bene, ma è questa la via? E' ovvio che rinunciando ai servizi si risparmiano risorse... ma forse si ha anche in mano uno smartphone che fa meno cose o le fa peggio.

3. Con SkyDrive abbiamo visto un esempio di sinergia positiva tra smartphone e servizi cloud, e l'atteggiamento coraggioso di andare anche su altre piattaforme (iPhone e Android). Si può fare di più. Serve più bidirezionalità, più ecosistema. E a Microsoft purtroppo mancherà ancora per un anno il sistema tablet, per chiudere il cerchio.

4. Bisogna giocare all'attacco, non con il marketing, ma con strumenti reali, convincere produttori hardware e software che Windows Phone vale - ora - il loro impegno, con i migliori mezzi. Se gli utenti trovassero per ogni applicativo Windows 7/8 il corrispondente nativo su Windows Phone dello stesso produttore software, non penso che avrebbero molti dubbi. Troppe volte ci siamo sentiti promettere dai vendor software le versioni mobile dei software per iPhone e Android, e poi "più avanti"... per Windows Phone. 

5. Personalmente, infine, non retrocedo dalla mia posizione secondo cui l'interfaccia Metro non è concettualmente adeguata: caratteri minuscoli, che in alcune applicazioni diventano illeggibili, un'identità che sta a mezza via tra uno stile smaccatamente consumer e la necessità di essere un OS che facilita l'attività business. Troppe cose scritte e poche icone realmente chiare... Altro che Bauhaus. Praticamente vado contro le ricerche di mercato Microsoft, secondo cui i quadrotti sono talmente pratici e belli, l'elenco di applicazioni dalla A alla Z, talmente lungo e "rollante", che come si può farne a meno?

Perché non arrivare a Windows Phone 8 (progetto Apollo) davvero cercando di stupire? Il mercato ha bisogno di concorrenti  "Houston, abbiamo un problema, speriamo che Apollo decolli". 

 

Inserito il 16 di dicembre 2011 in Windows Phone
Permalink | Commenti (4) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Arriva Windows Store, Microsoft suona la carica per gli sviluppatori

Steve Ballmer ci ha abituato. A ogni PDC/Build arringa il popolo di Microsoft con il suo sonoro: "Developer, Developer, Developer!" E tremano anche i muri. Ora è tempo di Windows Store e di chiamare a raccolta gli sviluppatori per realizzare app in Metro Style per Windows 8, così quando sarà pronto il nuovo sistema operativo sarà anche più appetibile, con le app dedicate.

A loro, agli sviluppatori, spetta il 70% delle revenue, che sale all'80% se l'applicazione supera i 25.000 euro di ricavi. Gli appassionati per curiosare che c'è sul nuovo Windows Store dovranno aspettare la fine di febbraio del 2012 quando sarà disponibile la beta di Windows 8

E' anche qui, come nel mobile, una corsa contro il tempo. La mia impressione è che Windows 7 sia destinato a rimanere il sistema operativo in azienda fino alla generazione successiva a Windows 8. Così come da Windows Xp in tanti uffici sono passati a Windows 7 senza nemmeno sapere cosa fosse Vista. IDC pure è tiepidissima sull'ipotesi di adozione di Windows 8 sui desktop e negli uffici... Ma ci voleva IDC per arrivarci? Lo pensiamo tutti, già da tempo. I frutti Windows 8 li darà quando il passaggio dalle postazioni con tastiera a sistemi easy sarà completo e compiuto...E più penso alle spinte di Intel sugli ultrabook, e più penso a come vanno le economie, più penso che prima di sentire bisogno di Metro Style, e rettangoloni in stile Windows Phone, c'è ancora tempo...

Mario De Ascentiis

Inserito il 9 di dicembre 2011 in Windows 8
Permalink | Commenti (3) | TrackBack
Tag Technorati: ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 8 su tablet e Pc... L'anno prossimo è Natale

La beta di Windows 8 dovrebbe arrivare proprio nel primo trimestre del 2012. C'è tutto il tempo per promettere Windows 8 al mondo, senza patemi, sia su tablet sia su Pc, entro Natale 2012. In questi 12 mesi intanto Windows Phone non avrà raggiunto il massimo della sua diffusione, ma qualche significativa indicazione l'avrà certo ricevuta dal mercato, almeno si sarà capito se piace da poter sostenere la corsa lunga. Con tutto il "battage" pubblicitario in giro nelle strade (e non solo)...

A Microsoft manca solo di scoprire che i "quadrettoni" non sfondano e ritrovarseli ovunque, pure su tablet e desktop, tra un anno, dopo che ne sono passati altri due a inseguire. Sono altri 12 mesi di attesa e - non solo per questo motivo - di grande incertezza.

In questi 12 mesi ci sono gatte da pelare anche per Apple e per Rim con il nuovo OS su Blackberry e PlayBook. Google intanto potrebbe premere l'acceleratore sui Chromebook; e Intel, con i vendor partner, sugli ultrabook. L'unica cosa sicura per gli analisti sembra però il successo dei tablet: un successo tutto consumer, quasi consolatorio.

C'è qualcuno ottimista e convinto che le aziende (figuriamoci quelle italiane) nel 2012 abbiano soldi da investire per tablet e nuovi sistemi operativi?

Mario De Ascentiis

Inserito il 5 di dicembre 2011 in Windows 8
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post