Vista dall'alto

Itespresso

« luglio 2011 | Main | settembre 2011 »

Windows 8 prende forma

Mentre c'è già chi si gode pezzi di codice 'fuoriusciti' del prossimo OS Microsoft, le novità più rilevanti per Windows 8, di cui si parla sul Web, ci aiutano a capire che la direzione di lavoro è verso un sistema operativo flessibile (le tessere per i dispositivi 'slate' che richiamano il mondo mobile), più utilizzabile (file manager a ribbon), più completo (gestione immagine dei dischi .ISO e .VHD). Restano ancora tutte da considerare le modifiche al file system, all'architettura sotto il cofano, quelle insomma definibili come strutturali, le uniche che permettono poi di dire se siamo di fronte a qualcosa non solo nuova, ma in grado di avviare una 'nuova generazione' di OS.

Windows 8 non può comunque avere la stessa natura di Windows Phone (il richiamo ai quadrettoni non deve ingannare), si presterà invece bene ai tablet touch e mancano pochi giorni a Build in cui tanti misteri saranno svelati. Build non è una vera PDC, perché è ancora più focalizzata per gli sviluppatori, rispetto al consueto appuntamento. Anche Microsoft serra i ranghi: più concretezza, meno paillettes.

Mario De Ascentiis

Inserito il 31 di agosto 2011 in Windows 8
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Apple e Microsoft verso la convergenza tra device e computer. E Google?

Le roadmap di Apple e Microsoft per i prossimi mesi convergono almeno su un'idea. Quella di rendere sempre più assimilabili, interscambiabili, user friendly, familiari, i sistemi operativi montati su smartphone, tablet e computer.

Mentre Apple ha appena sfoderato Lion, con il Launchpad che presenta le applicazioni pronte da avviare come su iPad e iPhone, l'App Store anche sui computer con il nuovo licensing e AirDrop (scommettiamo che arriverà anche sui dispositivi mobile), ecco che Windows raduna i propri sviluppatori per arrivare, entro Aprile, con Windows 8 in grado di sostenere la sfida sui Pad.

C'è una differenza sostanziale tra i due vendor: Apple non ha alcuna esperienza "touch" sui propri computer. Probabilmente perché, con saggezza, non si è avventurata con questa tecnologia su una categoria di prodotto che viveva bene con la tastiera. E invece ha fatto sfracelli nel mercato mobile.

Windows invece non ha mai convinto fino in fondo quando sosteneva che Windows fosse un sistema che si poteva utilizzare anche con le dita. In autunno rilancerà Windows Phone con Mango (e staremo a vedere) e assaggeremo il primo sistema operativo davvero 'touch'.

E Google? Google in questa sfida parte all'incontrario. Si fa forte di Android nel mercato mobile (negli Usa è già fortissimo), avrà il mercato dei tablet in pugno dal 2015 (stando alle previsioni degli analisti)... E sui computer l'unico progetto già reale è il ChromeBook. Che non ci ha convinto proprio, per ora. Vedremo se nell'era del cloud basterà un browser come sistema operativo.

Mario De Ascentiis

Inserito il 5 di agosto 2011 in Windows 8
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post