Vista dall'alto

Itespresso

« settembre 2010 | Main | novembre 2010 »

Pdc 2010, Windows 7 Sp1 e l'esempio di Fortebraccio

E' disponibile per il download la beta di Windows 7 Sp1, il Service Pack di un sistema operativo nato bene, che soddisfa dalla versione Starter (forse fin troppo poco conosciuta) alla Ultimate. La versione definitiva arriverà nel 2011, ma mentre a Sp1 di Vista si guardava come alla panacea di tutti i mali (tantissimi) questo lo si può aspettare sereni, aggiornando con Windows Update, tranquilli. E quale occasione migliore della PDC 2010 potevano avere i due generali Ballmer e Bob Muglia per chiamare a raccolta gli sviluppatori? Prima di tutto sul cloud con Azure e Marketplace, e poi su tutte le altre sfide che Microsoft deve raccogliere, per restare competitiva su più fronti. L'impressione è un po' quella di vedere ancora una volta, ancora una volta sul palco, due moderni Fortebraccio, che si mettono in gioco anima e corpo convinti, "per un esercito massiccio e costoso]...[ che fa le boccacce all'imprevisto che l'attende" (Shakespeare, Amleto, Atto IV Scena IV).

 Mario De Ascentiis

Inserito il 28 di ottobre 2010 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Anche Ray Ozzie esce di scena

Ha 'inventato' Lotus Notes, e poi in Microsoft negli ultimi anni la piattaforma cloud Azure praticamente si identificava in lui. Dopo il neo-Ceo di Nokia, se ne va da Microsoft anche il successore di Bill Gates (era CSA), Ray Ozzie, lo stratega visionario sul futuro del software e del cloud applicativo. Ozzie se ne va dopo Kevin Johnson (piattaforme e servizi), Chris Liddell (Cfo), Robbie Bach (a capo della divisione phone e giochi), Stephen Elop (Office). Ballmer sembra non voglia sostituirlo, e non fa una piega. Microsoft a poco a poco sta cambiando volto, lo 'scivolo' per Ozzie prima della pensione è stato preparato nella divisione Entertainment.

Mario De Ascentiis

Inserito il 19 di ottobre 2010 in Windows Server
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Phone 7 nasce e si evolve. Il tablet avrà un sistema vicino a Win7

E' solo un primo traguardo quello raggiunto oggi da Microsoft con l'annuncio ufficiale di Windows Phone 7 che sarà disponibile sugli smartphone Lg, Samsung e Htc in Italia dal 21 di Ottobre. Pietro Scott Jovane, AD Microsoft Italia, in occasione dell'annuncio nel nostro Paese, sottolinea la "volontà di ascoltare i propri utenti", spiega che tutte le funzionalità richieste, se la richiesta sarà 'a furor di popolo', verrà accontentata (per esempio il copia e incolla, che manca). E tra le righe manda segnali di conferma per quanto riguarda il pad di casa Microsoft. Per esempio che il tablet, quando arriverà, avrà un sistema operativo decisamente più vicino a Windows 7 che a Win Phone 7 per smartphone, perché "Microsoft vuole che l'esperienza con la tavoletta sia senza limitazioni, come ci ha abituato a non avere limiti l'utilizzo del Pc".

Con Windows Phone 7 scende nell'agone promettente del mercato smartphone un nuovo competitor. E a dispetto delle previsioni degli analisti gli obiettivi dichiarati di Microsoft sono di diventare uno dei primi tre sistemi operativi per smartphone. E' probabile che le limitazioni di cui già si è detto vengano presto rimosse con aggiornamenti e release, ora la palla passa da un lato ai vendor, ma ancora di più agli operatori. Sono convinto infatti che una strategia aggressiva su questo fronte possa far riguadagnare terreno in tempi brevi, poi però la qualità dell'abbinata hardware e software deve trovare conferme definitive presso gli utenti, con tante apps di qualità e un modello che si afferma come riferimento proprio per l'experience che è in grado di offrire. Si sa, la vita media di uno smartphone è di 18 mesi. Poi... c'è il 'diritto di recesso': piattaforma che perde, si cambia.

Mario De Ascentiis

Inserito il 11 di ottobre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

A Natale il tablet di Microsoft

Lo ha promesso Steve Ballmer a Londra: "Per Natale anche Microsoft avrà il tablet con Windows". La versione di Windows che ci finirà sopra non è ancora certa, ma quella che si avvicina di più al momento è Windows EC 7, una Technology Preview che si era già vista su Eee Pad, grande atteso a sua volta.

Se i tablet finora visti hanno fatto la gioia del produttore di chipset Arm, che in questo semento fa tombola, sarà interessante vedere quando nell'agone di questo mercato ci sarà anche Intel che proprio di recente ha promesso processori "fit all". Potrebbe essere l'occasione per vedere qualcosa di realmente nuovo: Microsoft insieme a Intel ha sempre portato buoni frutti.

Mario De Ascentiis

Inserito il 7 di ottobre 2010 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post