Vista dall'alto

Itespresso

« settembre 2009 | Main | novembre 2009 »

Windows 8 sarà in the cloud?

Troppo presto, troppo presto. Certo. Ma è altrettanto sicuro che lo sviluppo di Windows 8 sia già iniziato. Tanto che alla pagina Linkedin di Robert Morgan, senior member del team di ricerca e sviluppo Microsoft, si presenta segnalando la sua partecipazione allo sviluppo di un'architettura 128 bit per il kernel di Windows 8 e 9. In occasione di un altro evento sono arrivate alle orecchie dei nostri colleghi in Uk altre novità. Un portavoce Microsoft avrebbe chiaramente ammesso di non poter condividere ancora alcuna informazione su Windows 8, ma mentre Ballmer dà l'idea che "un sistema operativo non può esaurirsi completamente nel Web' (il 50% delle operazioni gli utente le eseguono ancora senza il browser), sembra oramai fuori discussione che buona parte di esso potrà abitare tra le nuvole, in fondo anche tanti servizi di Seven già lo fanno.

Mario De Ascentiis

Inserito il 27 di ottobre 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Windows 7 e l'ottimismo di Microsoft

Windows 7 nei negozi, un sospiro di sollievo rispetto a Vista che per Microsoft è invece il passo successivo delle tipiche fasi TIC-TOC dove Vista ha rappresentato un cambiamento radicale e ora Seven (che funziona con qualsiasi hardware)  si conferma come vero erede di Windows Xp ed è pronto a riprendersi il mercato dei netbook.
Tutte le aspettative di Microsoft nell'ottimismo di Fabrizio Albergati, Direttore Windows Client Consumer per Microsoft Italia

Per saperne di più: Guarda le schermate dei sistemi operativi Microsoft da Windows 1.01 a 7

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7, sempre più touch

Se ne parla ancora troppo poco, ma tra le novità più importanti di Windows 7 c'è proprio il supporto per le interfacce del futuro, quelle touch per intenderci. Alcuni vendor, Lenovo, Sony e Hp (touchsmart, ma anche notebook)  - solo per fare alcuni esempi - iniziano a proporre i computer pronti per Windows 7 con i display touchscreen che finalmente offrono un'esperienza all'altezza. Il touchscreen non è di per sé una novità, lo abbiamo già visto sui tablet pc e lo usiamo in tanti sugli smartphone, oltre che in tantissime applicazioni (basti pensare alle biglietterie dei treni). Ora c'è un sistema operativo consumer che si integra decentemente con l'hardware e facilita Zoom, Multitouch, Press and Tap per visualizzare i menu contestuali dal display e altre gesture ancora, soprattutto quando si sfogliano le foto. Ci vorrà tempo, certo, ma almeno in questo Microsoft sembra anticipare il futuro, o almeno si dimostra pronta ad accoglierlo. L'iPhone ha dato l'esempio di come si devono integrare hardware e software su un device touch mobile. Ora vediamo chi riuscirà a fare meglio con i PC.

Mario De Ascentiis

Inserito il 13 di ottobre 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7 aiuterà l'IT? Sì, no, forse...

...E ognuno può dire la sua.
Questa la sintesi raccogliendo e confrontando solo alcune  delle opinioni di analisti, addetti ai lavori e diretti interessati, riguardo le diverse possibilità di impatto di Windows 7 su occupazione, ricambio PC e possibili investimenti

  • Pietro Scott Jovane, AD Microsoft Italia, luglio 2009: "Windows 7 creerà infatti a livello globale oltre 300.000 nuovi posti di lavoro, determinando così più del 30% della crescita totale degli impieghi nel settore IT nel corso del 2010"
  • Studio IDC, The Economic Impact of Microsoft’s Windows 7, luglio 2009: "Per la fine del 2010 saranno 177 milioni le copie di Windows 7 distribuite a livello mondiale]...["le aziende dell’ecosistema Microsoft in EUEZ investiranno più di 25 miliardi di euro entro la fine del 2010"
  • Reuters, su un'indagine Script Logic, 7 ottobre 2009: "sei aziende su 10 non intendono acquistare Windows 7, sia per la necessità di tagliare le spese, sia perché temono non sia compatibile con i sistemi esistenti".
  • Ballmer, 7 ottobre 2009: "La pubblicazione del nuovo sistema operativo Windows 7 farà crescere solo leggermente la domanda di personal computer"

  • Non resta che aspettare qualche mese e poi guardare cifre alla mano cosa sarà accaduto

    Mario De Ascentiis

Inserito il 7 di ottobre 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Se il 7 non porta bene, per Microsoft sono guai

Archiviamo ancor prima che inizi, quasi senza pensarci, l'inter-regno di Windows Mobile 6.5 che speriamo duri il meno possibile (perché non è né carne né pesce). Proviamo a guardare direttamente al 2010.
Windows 7 sarà il sistema operativo di riferimento per workstation, desktop, notebook e anche netbook. E' cosa buona che ci sia uno solo il sistema di riferimento lato PC, anche per i lowcost, consentirà a Windows Xp di andare finalmente in pensione (chapeau). A Windows 7 'mobile' invece il compito di tenere Microsoft in lizza con gli altri sistemi operativi per smartphone.
Da un lato per Microsoft la prossima grande sfida è riuscire a far penetrare a fondo Windows 7 nel mercato, così come è riuscita con Windows Xp. La prossima release (dopo 7) dovrà di nuovo segnare un forte passaggio in avanti, perché da Xp a Seven, di cose ne sono cambiate (non poche), ma in sostanza l'experience con il PC è rimasta molto simile, e non si potrà fare un altro restyling di Vista. Dall'altro lato Redmond deve darsi una mossa per WinMobile, sembra il sistema che più ha bisogno di cure... e in fretta. La 6.5 non offre praticamente nulla di più rispetto a quello del passato, non ne ha sanate nemmeno alcune lacune. O con Windows 7 per smartphone si riesce a saldare l'ecosistema smartphone, internet tablet, Pc e servizi on the cloud, oppure Microsoft resterà sempre sotto assedio con il rischio di perdere la sfida mobile.

Inserito il 2 di ottobre 2009 in Windows Mobile
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post