Vista dall'alto

Itespresso

« dicembre 2008 | Main | febbraio 2009 »

Tra le tante licenze di Windows 7 ce n'è una gratuita?

Secondo alcune fonti sul Web a partire dal mese di Luglio 2009 gli utenti che avranno acquistato Windows Vista potrebbero disporre dell'upgrade gratuito a Windows 7 che sarà disponibile pochi mesi dopo nella solita declinazione di versioni che ci ha già fatto conoscere Windows Vista. Ma su alcuni blog è stata lanciata anche un'interessante provocazione: perché non approntare un serio programma di licensing che consenta in alcuni casi specifici di avere il software licenziato gratuitamente? Sto pensando certamente alle scuole, per le quali la possibilità di provare OS nuovi è legata solo a una delle tante distribuzioni Linux, ma sto pensando anche che tutti coloro che hanno già acquistato una licenza di Windows Vista dovrebbero avere una possibilità di upgrade a Win 7, non a 70 euro, non a 50, non a 20, ma sostanzialmente gratis. Almeno la possibilità di scaricarlo gratuitamente inserendo il proprio seriale di Vista per potersi masterizzare un bel DVD con un OS che sarà "Come vista, ma meglio di Vista" (Ballmer)  o alla peggio "Windows Vista che funziona". La percezione di una negatività nella gente si può ribaltare con un ottimo maquillage, ma anche con un ottimo sforzo di marketing: "Qualcosa abbiamo sbagliato, vogliamo rimediare"

Mario De Ascentiis

Inserito il 30 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Tutte le scorciatoie da tastiera di Windows 7

Le più semplici oramai le sanno usare anche i principianti (come Ctrl+c e Ctrl+v ), ma gli esperti sanno che in tante occasioni, più che un gesto con il mouse, può tornare utilissimo ricordarsi e sapere utilizzare le scorciatoie da tastiera.
Anche Windows 7 ne implementa una nutritissima serie. Qui potete trovare l'elenco completo documentato ma alcune ve le segnaliamo noi.

Una volta attivato un tema grafico con le trasparenze potete utilizzare:

  • Win+Barra spaziatrice per visualizzare il Desktop
  • Shift+Clic su un'icona della TaskBar per aprire una nuova istanza dell'applicazione
  • Win+Freccia Su per allargare a tutto schermo la finestra
  • Win+Freccia Giù per ridurla alle dimensioni originarie


Molto utile quella per lanciare più istanze delle applicazioni fissate sulla taskbar senza dover cliccare sulle relative icone, ma riferendosi solo alla loro posizione:
Per lanciare più istanze dell'applicazione più a sinistra sulla taskbar si preme Win+1, della sua compagna a destra Win+2 e così via.

E poi ancora:

  • Win+Freccia a Sinistra per spostare le finestre a sinistra
  • Win+Freccia a Destra per spostare le finestre a destra
  • Win+Maiuscolo+Freccia a sinistra (o a destra) consentirà invece di spostarsi tra i diversi monitor

Mario De Ascentiis

Inserito il 28 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

VIDEO: Windows 7 Aero Shake

Qualcuno l'ha definita una delle 'inutility' di Windows 7 e in effetti non è certo una novità eclatante, ma allo stesso tempo Aero Shake è talmente semplice da usare, e libera spazio sul dekstop così facilmente, che siamo convinti verrà apprezzata e utilizzata.
Per servirsene potete accertarvi prima che l'interfaccia Aero sia attivato, ma anche con un tema senza le trasparenze Shake funzionerà. Fate clic con il tasto destro del mouse sul desktop, selezionate l'ultima voce (Personalize) e verificate che sia attivo un tema con le trasparenze. A questo punto se avete più di una finestra aperta sul desktop cliccate sul bordo superiore di quella che volete mantenere in primo piano e muovete velocemente verso destra e sinistra il mouse, tutte le altre scompariranno. Per farle ricomparire basta procedere nello stesso modo ripetendo l'azione sull'unica finestra attiva.

Inserito il 26 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Problemi di installazione con Windows 7?

I giorni scorsi avevamo accennato alla buona compatibilità di Windows 7 anche con i software già disponibili. In alcuni casi tuttavia può accadere che l'installer delle applicazioni non funzioni. A noi è successo con il software di virtualizzazione Vmware Workstation nella versione 6.5 (ne parlavamo giusto ieri). Poco male. Windows 7 documenta questo problema e propone la seguente soluzione che si è rivelata efficace anche nel nostro caso:

Premete Start e cercate la cartella Accessori, fate clic con il tasto destro sull'icona che lancia il Prompt dei comandi, per avviarlo come Administrator, dovrebbe comparire un avviso che vi segnala che state lanciando Windows Command Processor. Premete "Yes". Incollate a questo punto la stringa "reg delete HKLM\SOFTWARE\Microsoft\SQMClient\Windows\DisabledSessions /va /f" (senza le virgolette) e poi premete invio. Uscite e ritentate l'installazione. Andrà tutto bene.

Mario De Ascentiis

Inserito il 22 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7, il lavoro di lima paga

Ho vagato questi ultimi giorni tra i blog di mezzo mondo per farmi un'idea di quale sia la percezione degli addetti ai lavori (e non) riguardo l'ultima fatica di Microsoft, Windows 7.

I punti fermi condivisi mi sembrano alla fine questi.

1. Non importa che sia "Windows Vista che funziona" 3/4 anni dopo, importa che funzioni e basta (della serie: "Vista è un capitolo chiuso, non lo dimentichiamo, Microsoft ha sbagliato e se rimedia tanto meglio).

2. Windows 7 non ha effettivamente nessuna killer application memorabile in grado di farlo ricordare, se non il fatto che lavora meglio di Windows Vista: 'account control', 'avvio rapido', compatibilità di applicazioni e hardware sin dalla beta.

3. Microsoft ha ascoltato le esigenze degli utenti e le ha realizzate anche se in ritardo.

La nostra esperienza sul campo in questi giorni di test di diverse applicazioni (di e con Windows 7) è abbastanza allineata a quanto sopra e confortante. Stiamo utilizzando la beta di Windows 7 anche per emulare (con vmware 6.5) Windows Xp e Windows Vista. Oggettivamente è davvero tutto più 'snello', meno farraginoso. Vmware 6.5 si installa senza problemi, a parte un piccolo ritocco a una chiave di registro, peraltro suggerito proprio dall'Help in linea di Windows 7 (una delle poche volte in cui la soluzione al problema si è rivelata davvero azzeccata). IE8 RC, invece, non sarà disponibile per gli utenti della beta di Windows 7 semplicemente perché quella installata sul sistema è una build intermedia e non è previsto al momento l'update alla RC imminente. In compenso qualche antivirus (pronto per Vista) già funziona anche con Windows 7 e quelli dei maggiori produttori sono in fase beta.

La considerazione finale è che alla fine del 2009 il passaggio da Windows Xp a Windows 7 si può fare, si può fare. E' tempo di farlo, tranquilli. Chi cambia il PC lo farà in automatico, tutti gli altri possono pensare più serenamente all'upgrade. Solo con Mike Nash non siamo proprio d'accordo e consigliamo quindi di tenersi Xp fino a Windows 7, senza passare da Vista! Chi ci ha dovuto fare i conti una volta installati i vari Service Pack si accorgerà di non essere comunque così lontano dalla meta.

Mario De Ascentiis

Inserito il 21 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Microsoft e la comunità

E' bastato appena metà mese e l'anno nuovo ha già portato tante novità soprattutto in ambito software. La maggior parte di esse è targata Microsoft: Windows Server 2008 R2, la prima beta di Windows 7, l'alpha di Office 14 e... una nuova "querelle" con la Commissione Europea. Explorer 7 insieme al sistema operativo continua a non piacere e, quello che Opera aveva già provveduto a mettere sotto accusa, resta un problema attuale. E' vero che chi si trova preinstallato un browser nel sistema deve fare un minimo di sforzo in più prima di decidere di sceglierne un altro, e per quanto riguarda i browser in effetti la questione finirebbe già così. Ma ad allargare gli orizzonti di esempi per 'l'abuso di posizione dominante' nell'IT ce ne sono forse anche di più significativi. E allora tutto torna in gioco.

Comunque sia: fino a che Microsoft viene associata a questioni simili, a Redmond non si aspetteranno certo di diventare 'più simpatici' e cambiare così la percezione che la gente ha dell'azienda. Però qualcosa di buono (per quanto certamente utilitaristico) il 2009 l'ha già portato. La beta 1 pubblica di un sistema operativo non è da poco. Mentre per gli ambienti Linux è più che normale, per Microsoft è uno sforzo di apertura di una certa portata. Certo, più facile da realizzare considerate le pochissime novità sul kernel (e quindi una certa garanzia di stabilità), però segno anche della necessità di volersi confrontare con il pubblico 'prima' di combinare guai...

Inserito il 19 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7, la sfida è su netbook e touchscreen

I primi vagiti di Windows 7 giunto da poco alla prima beta (Beta 1, Build 7000) lasciano pensare a un sistema operativo nato per 'tranquillizzare' l'ambiente: nessuna rivoluzione software, gira con tutto l'hardware già in circolazione, promette di far funzionare qualsiasi applicazione anche quelle vecchiotte nate per Win 2000 e Xp. Insomma: dopo la tempesta (Vista), finalmente la quiete (Seven).
Per proseguire nella metafora, Microsoft sembra tirare un po' i remi in barca (anche i tagli di personale annunciati in questi giorni potrebbero essere un indizio). A mio avviso c'è l'esigenza di gettare l'àncora, sistemare un po' la barca, approdare su terreni solidi per riprendere il largo più avanti e intanto fare una buona manutenzione. Windows 7 non rivoluziona nulla perché deve farsi trovare pronto, subito, come valida soluzione sui notebook, sui desktop ma anche su computer touchscreen e a basso costo (dove c'è anche Linux). Proprio per questo è meglio 'volare bassi' e 'consolidare' quanto si ha già nella stiva... Non si sa che tempo farà e la nave dovrà essere in ottime condizioni.

Inserito il 16 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

CardSpace per l'accesso automatico a servizi online

Windows 7 integra la funzionalità CardSpace e la rende disponibile tramite il Pannello di controllo, tra gli strumenti per la gestione degli account. Si tratta, in poche parole, di un sistema di gestione dei dati relativi ad un account per l'accesso a servizi e siti online. E' possibile creare profili specificando nome, cognome, oltre ad altre informazioni che possono essere richieste dai siti per la registrazione.

Windows 7 beta 1-2
Una volta terminato l'inserimento delle informazioni all'interno dei campi previsti, la card viene salvata e può essere inviata al momento della richiesta di registrazione ad un sito o servizio online.

Inserito il 14 di gennaio 2009 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post