Vista dall'alto

Itespresso

« novembre 2008 | Main | gennaio 2009 »

Internet Explorer e gli altri... La sicurezza non abita qui

Installato su 7 computer ogni 10 nel mondo, con la percentuale ancora in calo (ora siamo al 69,8%) Internet Explorer si trova davanti a un'altra sfida impegnativa. Non perdere la faccia come altre 'maglie nere' di Redmond. La sicurezza è un requisito che ci si aspetterebbe soddisfatto all'uscita di ogni software, ma a cui si è imparato (purtroppo) a rinunciare. Vale per IE 7 (non parliamo delle versioni precedenti), ma vale anche per gli altri browser: quello lanciato da Trend Micro è solo l'ultimo allarme della serie. Tutti pronti a occupare non più solo i computer, ma anche gli smartphone e tutti così fragili, infinitamente insicuri. E' vero che, se si vuole guadagnare (e parecchio) sul Web, il malware deve passare da questi software - e quindi gli attacchi in questa famiglia sono assolutamente più alti - ma è vero anche che la corsa ad accaparrarsi quote di mercato dei device mobile non consente soste e con tutti i nemici vecchi (Firefox e Opera) e nuovi (Chrome) che ci sono in giro sarebbe meglio fare presto. Presto e bene di rado avviene e allora ci penseranno i produttori software di security a fare il proprio mestiere. Tra un anno avremo un bel firewall/antivirus anche sul cellulare. Qualcuno potrà andare avanti a scrivere e rilasciare programmi insicuri e gli altri a vendere licenze che ci consentano di dormire sonni tranquilli, più leggeri, anche nel portafoglio.

Mario De Ascentiis

Inserito il 16 di dicembre 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (5) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Crisi e virtualizzazione favoriranno Linux

Tagli dei costi, virtualizzazione, cloud computing potrebbero favorire Linux anche sui desktop aziendali. Per anni si è parlato di Linux sui computer da scrivania, ma nella sostanza il sistema operativo open source non è mai riuscito ad affermarsi, tantomeno a 'sfondare'. Ora però arriva la crisi. Certamente Microsoft proporrà grafici, stime e quant'altro per dimostrare che con Windows si risparmia comunque. E' facile però che alla fine prevalgano i semplici 'conti della serva' e offerte come quella di Hp che propone Linux sui desktop aziendali, nelle scuole e in università (per ora solo negli USA) prenderanno sempre più piede e a queste ne seguiranno altre. In realtà Microsoft ha già pensato a qualche contromossa: per esempio favorendo la distribuzione del software Msdn nelle università tecniche, si allarga così la base degli utilizzatori che hanno a disposizione senza spesa non solo il software open source ma anche quello Microsoft.

Mario De Ascentiis

Inserito il 15 di dicembre 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7 corre, Windows Mobile no

Mentre Windows 7 sembra sempre più lanciato alla Beta 1 definitiva e ufficiale, che fa pensare a una RTM ben prima della fine 2009, la nuova versione di Windows Mobile sembra avere una gestazione eterna. Vedremo la versione WinMobile 6.5 a Barcellona al Mobile World Congress 2009. Invece per Windows Mobile 7 ci sarà ancora tanto da aspettare. Eppure ci sarebbe da correre.

Microsoft ha perso una posizione sul mercato: superata anche da Apple, oltre che da Symbian e RIM. Ma soprattutto è chiaro che il sistema operativo Mobile non sia più al passo dei tempi: tanti produttori preferiscono personalizzare i device con software e interfacce modificate o di terze parti: così Sony Ericsson con il suo Xperia X1, così Samsung con i Widget dell'Omnia i900, così da tempo Htc con il suo Touch 3D. Sotto queste "skin" (o poco più) resta però Windows Mobile, con la sua lista contatti praticamente inutilizzabile, con il sistema di chiusura delle applicazioni attive che fa sorridere chi è abituato a Symbian. E vale lo stesso per la gestione delle connessioni, così come per il problema della durata delle batterie e dei tempi di avvio.

Stupisce poi che qualche produttore hardware preferisca far somigliare sempre di più gli smartphone ai computer con tentativi di mouse ottici, a volte ben riusciti altre volte ridicoli, forse per ovviare alle carenze di touchscreen che non ce la fanno a eguagliare quello dell'iPhone. E' arrivato il momento per Microsoft di rilasciare ai produttori un 'core' di Windows Mobile sopra il quale essi possano fare quello che vogliono e che poi vinca il migliore. Avremo smartphone un po' più eterogenei ma anche migliori. 

Mario De Ascentiis

Inserito il 9 di dicembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7, la 'vera' beta

E' attesa un po' da tutti la beta di Windows 7 che sarà rilasciata ai partecipanti delle MDC (Msdn Developer Conference) in programma negli Stati Uniti, a Gennaio.

La vera 'Beta 1' avrà un'identità ben più delineata della discussa Build 6801 della Pdc di Los Angeles e anticipa anche Sp2 di Vista che raccoglierà l'interesse solo di chi 'è incappato' in quel sistema operativo, o di chi vorrà curiosare e indagare eventuali allineamenti tra Seven e Vista (di certo anche con Vista si potranno masterizzare i supporti Blu-ray, solo per dirne una) .

La cadenza di Sp2 di Vista per Aprile, e la Beta di Windows 7 a Gennaio lasciano pensare che Windows 7 sarà praticamente 'completo' certamente prima dell'estate. Poi solo ritocchi...

Non resta che aspettare i dettagli sulle diverse formule di rilascio di Windows 7, ma sono ancora più curioso di vedere quali saranno le possibilità di 'upgrade' da Windows Vista a Windows 7 che Microsoft studierà per i suoi utenti. Spero che nessuno, con l'arrivo di Windows 7, venga condannato a tenersi Vista, anzi, sarebbe davvero simpatica un'offerta del tipo: "All'epoca ci deste fiducia e compraste di slancio Windows Vista, per voi Windows 7 al prezzo simbolico di un euro, per ringraziarvi ancora una volta della preferenza accordataci".

Mario De Ascentiis

Inserito il 4 di dicembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7 e la grafica 3D

In Windows 7 dovrebbe essere implementata una piattaforma software di rasterizzazione (Warp - Windows Advanced Rasterization Platform) in grado di far girare applicazioni di grafica Direct 3D anche con schede grafiche integrate, a condizione di avere a disposizione anche solo una CPU single core ma di frequenza superiore agli 800 MHz. Non ci si illuda, è solo il minimo necessario per ridurre al minimo l'handicap rispetto a chi dispone di una scheda grafica DirectX10 specifica. Warp consente di fare rendering anche senza avere a disposizione hardware Direct3D 10, ma uno dei vantaggi più importanti è di semplificare lo sviluppo evitando di dover scrivere software ad hoc di rasterizzazione su cui modellare la propria applicazione. In soldoni: se l'applicazione girerà bene con Warp10 tantomeno avrà problemi con l'hardware dedicato e viceversa

Inserito il 2 di dicembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post