Vista dall'alto

Itespresso

« agosto 2008 | Main | ottobre 2008 »

Accadde a Los Angeles, speriamo non si ripeta

... Se un buon sistema operativo si vede  dall'esordio, allora la PDC 2008 sarà un vero banco di prova per Seven. Microsoft accoglierà gli sviluppatori con un disco fisso da 160 Gigabyte con tutto il software su cui si lavorerà nel corso della manifestazione, Windows 7 compreso. L'esordio di Vista fu pessimo in questo senso, e il famoso "I was there at the beginning" (slogan dell'epoca) fu in seguito utilizzato per prese in giro di ogni tipo: nessuno chiaramente poteva installare Vista sulle macchine da lavoro, per provarlo era consigliato sfruttare il software di virtualizzazione Virtual PC di Microsoft che, nella maggior parte dei casi, non era in grado di farlo girare... Da lì le prime espressioni corrucciate. Oltre a Windows 7, a Los Angeles dovrebbe vedersi anche il nuovo framework per il cloud computing. Windows 7 intanto promette: multitouch, boot più veloce, performance, una nuova procedura di installazione.

Mario De Ascentiis

Inserito il 29 di settembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

In arrivo nuovi Extras... Ne sentivate la mancanza?

Siamo a un passo dalla pre-beta di Windows 7 e Microsoft rilascia nuovi "Extras" per Vista Ultimate. Sembra che arrivino giusto giusto per ricordarci che i precedenti potevano essere una gran cosa e non sono stati sfruttati come meritavano, anzi sono stati utilizzati per veicolare applicazioni in alcuni casi ridicole. Non so se le migliaia di utenti monitorate da Microsoft lascino supporre che questi "extras" siano stati una bella trovata. Però so che solo una minima parte delle persone che conosco li ha utilizzati.

Per dire: non importa a nessuno avere lo sfondo della scrivania animato mentre lavora, né probabilmente di un gioco in più, o altre amenità del genere. Altri invece potevano essere utili, ma probabilmente non li si è fatti conoscere come meritavano, dovevano servire a ingolosire gli utenti di Ultimate e invece... L'impressione è che nemmeno Microsoft ci abbia creduto fino in fondo. In Windows 7 di sicuro potremmo farne a meno.

Ben vengano nuove funzionalità, ma per tutti, utili e subito. Per esempio: perché non agevolare l'utilizzo delle lettere accentate, anche quando si ha a disposizione una tastiera in cui le accentate non ci sono? Perché bisogna ancora impazzire a scrivere, in francese, in spagnolo (ma anche in italiano se si è all'estero) quando non si ha a disposizione la tastiera di quel paese? E' così difficile trovare il sistema di lasciar comporre le accentate senza morire dietro codici di tutti i tipi o ravanare tra i menu come disperati? L'idea è venuta proprio da un confronto tra colleghi . Dai... un sorriso ancora su questi "extras" e voltiamo pagina.

Inserito il 25 di settembre 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Un OS che fa solo il proprio mestiere

Windows 7 potrebbe essere il primo sistema operativo Microsoft da molti anni a questa parte a non includere software di posta elettronica, foto e video editing (per quanto scarsi) preinstallati.  Così riporta  TheInquirer. E, se fosse, la nostra impressione è del tutto positiva. Microsoft può proporre l'installazione dei propri servizi Live a parte, di base il sistema operativo resta più leggero, si evitano doppioni di software e l'antitrust fa meno storie.

Fino a qui il giudizio è praticamente identico a quello del commentatore di The Inquirer. Ora bisogna vedere però come Microsoft si gioca la possibilità di proporre i propri software: in blocco, pronti da installare? Oppure li inserirà tra i possibili aggiornamenti di Windows Update? Ci sono varie possibilità e ognuna offre dei vantaggi. Fino ad ora, per esempio, per la ricerca con il proprio browser sono state lasciate le porte aperte anche all'impostazione di altri motori, come Yahoo!, Wikipedia e ovviamente Google. Ma potete immaginarvi la libertà di scelta tra il client Webmail Hotmail e Gmail al momento di proporre i servizi? Oppure alla proposta di Google Docs insieme a Office Live Workspace?

Inserito il 23 di settembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7 è ancora in pancia, ma come scalcia!

Windows 7 approda alla M3 (build 6780) e si scatenano sul Web le voci di eventuali anticipi. Tutto è possibile, ma l'assenza di una beta ufficiale  - entro questo mese -  difficilmente potrebbe poi portare a un anticipo del lancio addirittura all'estate del 2009. E' vero però che le prime schermate in circolazione (e il buon senso), portano a pensare che Windows 7 non sarà il sistema operativo della svolta, ma un sistema operativo di assestamento (che è un po' sinonimo di "funziona da subito", ma insomma... Ci siamo capiti). Con il meglio del codice di Office (un ribbon anche per le applicazioni base dell'OS?) e il buono di Vista (come quando - solo per i clienti più affezionati - si sgrassa la polpa prima di pesarla e si consegna la carne bella ripulita). Windows 7 potrebbe convincere davvero tutti a migrare, e partirebbe con il grande vantaggio di una compatibilità hardware e software pienamente raggiunta.

Inserito il 19 di settembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

La sicurezza... in scatola

Che posto occupa per l'utente finale il problema della sicurezza della propria postazione PC? Dopo un lungo lavoro di comunicazione delle software house, sono convinto che sul computer di casa avere una protezione completa e totale sia più che mai un'esigenza prioritaria, un po' per tutti.

I produttori di software antivirus e di security suite proprio in questo periodo rinnovano la propria linea di prodotti. Ma ho come la percezione che in tanti casi il modello di distribuzione che va ancora per la maggiore sia quello della compravendita di una scatola e del pagamento dell'abbonamento online. Secondo me, invece, è tempo di cambiare il paradigma.

Il software di protezione è sempre più un servizio, anche in ambito consumer. Lo hanno capito quelli che hanno deciso di integrarlo con altri servizi, tramite account e password, e coloro che lo fanno trovare già preinstallato sui computer nuovi... Ora vince la sfida chi fa sentire il consumatore protetto con il minimo dei fastidi, Symantec ha giocato a Madrid le proprie carte, promettendo addirittura supporto illimitato e gratuito (per un anno), anche via telefono. Ora è il momento di Panda Security, a metà Ottobre toccherà a McAfee. Tra qualche tempo vedremo chi ha saputo fare meglio, in un ambito in cui la concorrenza è davvero spietata.

Inserito il 18 di settembre 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7 roadmap

Di Windows Vista non si parla quasi più: a parte gli aggiornamenti per la sicurezza, e le ricerche di chi in rete colleziona driver non ufficiali, c'è poco altro. Anzi, sarebbe interessante curiosare tra le statistiche, per vedere quanto Windows Xp venda ancora, e in proporzione anche molto più di Vista, considerato l'exploit sui vari netbook, mini notebook, Eee PC... Chiamateli come vi pare.
Intanto ci avviciniamo ad alcuni appuntamenti importanti: primo di questi certamente la PDC (Professional Developer Conference). A Redmond qualcuno scommette che già a fine Ottobre si vedranno i primi bit sensati (una Beta 1)? In realtà è molto più probabile che la Beta 1 arrivi a Dicembre, più tardi. Passi ben ponderati considerata l'integrazione del supporto per il multitouch?
Se Office 14 e Windows 7 andranno di pari passo, di sicuro la nuova versione della suite per l'ufficio  deve essere fuori tra 15 mesi esatti (sempre voci di Microsoft) e quindi sarebbe già tempo di Beta. Facciamo due conti: Office 14 e Windows 7 fuori prima del Dicembre 2009. Una beta di entrambi prima della fine di quest'anno. Alla PDC ancora solo Build. Potrebbe andare così.

Inserito il 11 di settembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Un Cestino per ogni disco fisso

Forse non tutti sanno che Windows di suo alloca circa il 7,5 per cento della capacità di ogni disco fisso come Cestino. I file che finiscono nella spazzatura poco alla volta riempiono questo spazio, quando non ce ne è più i più vecchi spariscono liberando spazio. Lo spazio allocato può comunque essere personalizzato. Basta fare clic con il mouse sul tasto destro, visualizzare le proprietà, selezionare una delle unità e inserire la nuova capacità, secondo le vostre preferenze.
Per assurdo si può anche decidere che un'unità non abbia il suo Cestino, impostando Rimuovi i file immediatamente. L'opzione non è da confondere con la richiesta di conferma di eliminazione che il sistema produce per avvertirvi che state spostando dei file in una zona disco destinata a essere svuotata.

Mario De Ascentiis

Inserito il 9 di settembre 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Come monitorare l'affidabilità del sistema

Da un giorno all'altro iniziano a verificarsi problemi nel vostro PC. E voi siete convinti di non aver fatto o cambiato nulla nella configurazione del vostro sistema. Windows Vista mette a disposizione uno strumento di diagnostica poco conosciuto quanto utile. E' il sistema di Monitoraggio dell'affidabilità si avvia da prompt dei comandi digitando perfmon.msc .

In una rappresentazione a grafico indica, giorno per giorno, un indice di affidabilità del sistema con informazioni su Disinstallazioni software, Errori delle applicazioni, e Hardware, Errori Windows e Altri tipi di errori. Per ognuna di queste voci nel Rapporto vengono indicate ulteriori note e quindi è possibile quali sono gli eventi che hanno contribuito a fare del vostro sistema un sistema non più così stabile.

Mario De Ascentiis

Inserito il 8 di settembre 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Monopolista!! A chi?

Chrome impazza sul Web. Largo spazio a Google quest'oggi, praticamente su tutti i quotidiani del pianeta. On line e non. Ovviamente anche il nostro prende atto di un evento assolutamente importante. Però la discesa in campo di Google, con Chrome, nel mondo dei browser, dovrebbe far riflettere.

Il motore più utilizzato del pianeta per cercare su Internet si è messo a fare un sacco di cose. La UE giustamente ha sanzionato i comportamenti scorretti di Microsoft, ma c'è un monopolio che va oltre le modalità  di licensing e non basta sviluppare open source per rispettare le regole. Il modello open-source non è di per sè più etico o meno di un altro modello. Almeno, io la penso così.

La questione ora è: il Web è quello che c'è, o quello che si riesce a trovare? E se si può misurare solo quello che si riesce a trovare, ma il misuratore è unico, controlla chi sta sopra e chi sotto (ranking), gestisce modelli di advertising, software di comunicazione, strumenti di sviluppo, browser e... aggiungete quello che volete... Beh! Una volta constatato che sia così, è davvero tutto regolare?

Che differenza c'è quindi tra Google (le cui leggi rimangono comunque imperscrutabili) tra chi si tiene il codice per sé (Microsoft), o chi si tiene in cassaforte la ricetta della bevanda gustosa (Coca Cola)? Nessuna. Quasi nessuna...

Ognuno fa pressione per conquistare il mercato, ma mentre di bevande che dissetano ce ne sono molte e di sistemi operativi che funzionano pure, di motori di ricerca ce n'è "oggettivamente" uno solo.

Ben vengano le sanzioni per chi viola le leggi, ma si dovrebbe guardare anche un pochino più in là ...

Mario De Ascentiis

Inserito il 3 di settembre 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (4) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows 7, consigli di licensing

Proporre un sondaggio pubblico sul Web, chiedendo se Windows Vista sia troppo costoso, è come chiedere ai bambini se vogliono un leccalecca e aspettarsi una risposta negativa. Solo chi avrà mal di pancia dirà di no. Più o meno è quello che sta succedendo a Mary Jo Foley, che alla domanda sulle esagerazioni di prezzo di Vista si è trovata con il 92% del campione assolutamente del parere che Windows costi troppo e uno sparuto 8% che dichiara: "Ok!, il prezzo è giusto".

La riflessione corretta è che il prezzo dell'hardware è sempre più basso e il sistema operativo sta arrivando a costare troppo in proporzione alla "ferraglia". Serve una svolta: simile a quella già attuata per Office. Una licenza unica per tutti i laptop di famiglia, per esempio, magari rinunciando a proporre diecimila versioni (alla gente piacciono le cose molto semplici), oppure un affitto come per Windows Live One Care, a equo-canone. Le soluzioni potrebbero essere infinite e di tempo per pensarci su ce n'è di sicuro.

Mario De Ascentiis

Inserito il 1 di settembre 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post