Vista dall'alto

Itespresso

« aprile 2008 | Main | giugno 2008 »

Windows 7, aspettiamo la beta

Sulle schermate fasulle di Windows 7 si è già detto e scritto un po' di tutto, così come anche su quello che Windows 7 porterà in dote. Anche in questo blog lo abbiamo fatto, con i nostri "desiderata" e le anticipazioni sulle caratteristiche di "seven".

Ogni tanto fa bene che quelli di Microsoft parlino e dicano qualcosa, se non altro per "reindirizzare" voci e notizie che correrebbero il rischio solo di alimentare "flame" senza senso.

Ora, vorrei ricordare che di Windows 7 non c'è ancora nemmeno la Beta 1: poteva mai essere possibile vedere soluzioni grafiche così mature e avanzate? Via... Tutto questo can-can dimostra solo, ancora una volta, quanta sia la voglia di voltare pagina.

E' vero che anche tre anni prima della nascita di Vista, giravano schermate di tutti i tipi con LongHorn citato in ogni dove, però - e proprio per questo - noi blogger potremmo imparare qualcosa...Ottobre è vicino, e anche la Professional Developer Conference. Aspettiamo i tempi della beta 1, da lì capiremo se davvero, riusciamo a "saltare" Vista.

Mario De Ascentiis

Inserito il 29 di maggio 2008 in Windows 7
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Sui miniPC c'è Xp, non Vista: qualcosa non torna

Non è strano? I notebook più innovativi, i piccoli miniPC ultraeconomici come l'Asus Eee PC e l'Olidata JumPC (solo per citare i due modelli che stiamo provando) hanno bisogno di Windows Xp, il sistema operativo del "passato".
Tra le soluzioni Microsoft da un lato c'è Windows Vista, praticamente inutilizzabile con meno di un gigabyte di RAM, dall'altro Windows CE, nelle sue varie declinazioni, buono per i dispositivi mobile, ma con troppi limiti per poterci fare davvero di tutto. E così, mentre le  proposte hardware non mancano, il sistema operativo migliore è ancora il caro, buon, vecchio Xp.

Microsoft con tutte le versioni di Vista si è immaginata di soddisfare bisogni che forse non c'erano, e tra quelle ora, neanche una va bene per un mini PC economico (salvo virtuosismi da smanettoni). E' stata persa un'occasione per fare qualcosa di buono, oppure semplicemente a Redmond hanno fatto due conti, e deciso che le idee più innovative non meritassero di essere premiate con un sistema software anch'esso innovativo.

Inserito il 26 di maggio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Non spegnete Windows Vista, ibernatelo!

Una delle caratteristiche di Windows Vista, meno utilizzate e comprese dagli utenti, è la possibilità di "ibernare" Vista, anziché spegnerlo del tutto. Quando si termina una sessione di lavoro il sistema operativo offre diverse possibilità: Cambia utente, Chiudi sessione, Blocca, Riavvia il sistema, Sospendi, Metti in ibernazione e Arresta il sistema.

Le vecchie abitudini acquisite con Windows Xp porterebbero ad arrestare il sistema o a sospenderlo, e pochi hanno imparato a sfruttare la funzione di Ibernazione, che si può utilizzare tranquillamente persino se il computer non sarà alimentato del tutto per un certo periodo, anche giorni.
Se non avete l'opzione visibile nel menu, non è grave, per attivarla è sufficiente accedere al prompt dei comandi come amministratori e digitare powercfg /hibernate on.

In questo modo potete riprendere il vostro lavoro con un'attesa di pochi secondi e la sicurezza di non sprecare corrente elettrica. Questo è possibile perché sul computer vengono effettivamente salvati documenti e programmi aperti, come in una foto istantanea, e poi il computer viene spento. E' un'opzione particolarmente utile con i notebook sui quali, nel periodo intercorrente tra una sessione e un'altra, potrebbe scaricarsi la batteria.

Se  non siete sicuri che il vostro hardware supporti  l'ibernazione di Vista, basta che inseriate nella riga di comando powercfg /a comparirà un messaggio di output con le indicazioni del caso.

Inserito il 22 di maggio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Microsoft HyperV Rc1 è servito

A pochissimi giorni dall'aggiornamento del software per la virtualizzazione del desktop Virtual PC 2007, arriva il ben più succulento piatto di HyperV Rc1 (erroneamente in Marzo era stata chiamata con questo nome una Rc0), si tratta di una pietra miliare per le strategie di virtualizzazione di Microsoft e strumento essenziale per la completezza di Windows Server. Il 27 di Maggio dovrebbe poi essere disponibile via Windows Update, ovviamente per chi utilizza Windows Server 2008.

La competizione con VMware e Xen quindi entra davvero nel vivo, HyperV, inutile negarlo, è il software chiave che dovrebbe documentare, sul campo, dove si trova realmente Microsoft rispetto ai competitor. Non sono ammessi errori.

Inserito il 20 di maggio 2008 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Tempo di Service Pack anche per Virtual PC 2007

Dopo Vista e Windows Xp, anche per il software di virtualizzazione di casa Microsoft, Virtual PC 2007, è arrivato il momento per il Service Pack 1, scaricatelo. Il file varia tra i 37 e i 63 Mbyte, a seconda dei componenti software che si installano, le novità riguardano i sistemi operativi guest e host supportati, sono stati aggiunti:

Guest
Windows Vista Ultimate Edition SP1
Windows Vista Business Edition SP1
Windows Vista Enterprise Edition SP1
Windows Server 2008 Standard
Windows Xp Professional con SP 3

Host
Windows Vista Ultimate Edition SP1
Windows Vista Business Edition SP1
Windows Vista Enterprise EditionSP1
Windows Xp Professional with SP3

Virtual PC in realtà deve maturare ancora e abbastanza in fretta, perché se la virtualizzazione è una delle sfide IT che Microsoft ha deciso di raccogliere, questo prodotto dimostra di essere ancora un passo indietro rispetto ai concorrenti, tra tutti VMware. E poi anche il nome "2007", sa oramai di vecchio...

Inserito il 18 di maggio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows avrà vita breve

Windows avrà vita breve non perché destinato a morire, quanto piuttosto perché Microsoft ha intenzione di accelerare il suo ciclo vitale.

Lo ha lasciato intendere Bill Gates durante il suo discorso davanti ai membri  del Windows Digital Lifestyle Consortium a Tokyo, accennando inoltre ad alcune caratteristiche del futuro Windows 7 che dovrebbe consumare meno, ed essere meno avido di risorse hardware (a suo tempo anche noi avevamo stilato un decalogo con le feature che avremmo voluto trovarvi), oltre ad integrare sistemi di sincronizzazione dati decisamente più evoluti rispetto agli attuali (Live Mesh tra questi): tra PC e PC, certamente, ma soprattutto tra PC e smartphone.

Il lancio sul mercato della prossima versione del sistema operativo Microsoft dovrebbe dare il "la" a una nuova roadmap per gli OS, con un rilascio cadenzato ogni due, massimo tre anni e un nuovo Internet Explorer ogni dodici/quattordici mesi, ma questo in realtà era già stato promesso e non è ancora stato mantenuto.

Inserito il 13 di maggio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Vista con Sp1, alle aziende ora piace di più

Dal lancio di Vista ad oggi sono state distribuite 140milioni di copie, sarebbe interessante fare un sondaggio sulle categorie di utenti soddisfatti e su chi invece non ne vuole ancora sapere. Vista infatti si è giocato male le proprie carte, almeno inizialmente, e le prime impressioni sono quelle più difficili da cambiare. In alcuni ambiti ora, anche grazie al Sp1, l'apprezzamento cresce. E' un sistema operativo sicuro, del tutto allineato con i software e i servizi Microsoft (chi fa una scelta di campo è agevolato), semplifica il deployment in azienda e si integrerà sempre di più con il sistema "cloud" Windows Live e con i processi di virtualizzazione. Piace quindi alle aziende più grandi, attente al futuro,  che  rinnovano e hanno i soldi per farlo, "I report per il Volume Licensing lo documentano" - sostiene Fabrizio Albergati, Direttore Gruppo Windows Client Microsoft Italia. Microsoft sottolinea questi fattori: è una "lieve" correzione di prospettiva rispetto ai tempi in cui si esaltava Aero (che in azienda ancora oggi viene disabilitato, per favorire la compatibilità con hardware non all'altezza) e i prezzi a listino erano più alti rispetto ad oggi, del 27% - per Windows Vista Business e persino del 43% - per Vista Ultimate.

Mario De Ascentiis

Inserito il 11 di maggio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Xp Sp3 c'è, ma che fatica...

A poco meno di una settimana dal dietro-front per incompatibilità con un software Microsoft Dynamics Retail Management System, Microsoft ripropone Windows Xp Sp3 via Windows Update (anche in italiano) e Microsoft Download. Si mette così la parola  fine all'ennesimo tormentone sui software di Microsoft.

Si può benissimo comprendere che il mondo Windows sia estremamente complesso con Windows Vista in infinite versioni, Windows Xp destinato a vivere ancora a lungo sui computer meno potenti, e Windows Mobile che ora propone la funzione di Windows Update anche sui terminali mobile. Però la pazienza degli utenti ha un limite. E il problema degli "aggiornamenti da aggiornare" non è certo migliorato negli ultimi tempi, anzi. Se il nuovo corso in Microsoft è questo... stiamo freschi.

Inserito il 7 di maggio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Per un pugno di dollari...

...Microsoft rinuncerebbe a Yahoo? Non ci credo. Ballmer ha messo sul piatto 31 dollari per ogni azione di Yahoo!, per un totale di 44,6 miliardi di dollari; gli azionisti ne volevano 37, e pare che Microsoft fino a 33 sarebbe anche stata disposta ad arrivare. Ora sembra tutto finito, finito per un pugno di dollari, che in realtà sono una vera montagna. Personalmente sono convinto che in questa vicenda non ci siano vincitori, ma solo vinti. Microsoft ha davvero bisogno di Yahoo!, sul Web è troppo indietro e nei prossimi anni solo con i suoi software perderebbe ancora terreno; Yahoo! così come è non può andare da nessuna parte e un'eventuale alleanza con Google sarebbe abbastanza scandalosa per l'anti-trust. La rinuncia di Microsoft a Yahoo! sa tanto di bluff. Ballmer è un volpone e non mollerà l'osso, si aspetta la prossima mossa, perché una prossima mossa ci sarà di sicuro.

Inserito il 4 di maggio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post