Vista dall'alto

Itespresso

« gennaio 2008 | Main | marzo 2008 »

Se Vista fosse come Windows Server 2008

Oggi negli Stati Uniti e domani in Italia è il giorno di Windows Server 2008. Le caratteristiche dell'ultima "fatica" di Microsoft, la più importante per la casa di Redmond, quest'anno, sono note oramai. Si sa anche che parte di quanto domani verrà festeggiato già è disponibile da mesi (Visual Studio 2008) e parte invece non ci sarà ancora per mesi: SQL Server 2008 (autunno) e Hyper-V, vero "piatto forte" per la virtualizzazione (entro metà anno). E questo è inevitabile che un po' lasci perplessi...

Però Windows Server 2008, almeno su un punto, è davvero innovativo: si possono installare solo le parti che servono, ciò che non serve non si installa. Più sicurezza, più leggerezza, tutto scalabile e modulare. Windows Vista non è così, per quanto conti tante versioni diverse. Le distribuzioni Linux questa idea l'hanno accolta già da un pezzo. A quando una versione di Windows per i desktop con dentro solo quello che si vuole!? 

Mario De Ascentiis

Inserito il 27 di febbraio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Internet Explorer 8, sotto a chi tocca!

E' partito il programma di testing tecnico destinato a un campione selezionato che proverà in anteprima Internet Explorer 8. Chi ha ricevuto l'invito attraverso Connect presto scaricherà la beta del prossimo browser di casa Microsoft. Non dovrebbero attendere molto tutti gli altri appassionati. Microsoft, infatti, rivelerà altre importanti novità di IE8 al Mix '08 a Las Vegas, agli inizi di Marzo. Sembra infatti che Dean Hachamovitch, del team di sviluppo, sarà protagonista di uno dei KeyNote di questa manifestazione dedicata alle prospettive di sviluppo del Web. Solo un mese fa qualcuno aveva storto il naso per l'ipotesi di affidare agli sviluppatori IE 8 con tre diverse modalità di rendering: una "quirks", la standard e una cosiddetta "super-standards", sostenendo che lasciare attivare quest'ultima solo come opzione non aveva molto senso, in quanto la retro-compatibilità (garantita dalle prime due versioni) sarebbe stata meno importante della piena compatibilità con gli standard attuali (propria di quest'ultima). Tuttavia non è una modalità di approccio nuova quella delle tre soluzioni, serve anche per favorire la scrittura di codice risparmiando tempo. Allo stesso tempo IE 8, presto sotto gli occhi di tutti, rappresenta un primo banco di prova delle buone intenzioni di Microsoft, manifestate solo pochi giorni fa. Non importa che IE 8 sia più o meno nella lista dei software interessati... l'"interoperabilità" è comunque uno stile, così come l'attenzione agli standard.

Inserito il 24 di febbraio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

API libere e buona volontà

L'annuncio di ieri di Microsoft potrebbe rappresentare davvero una svolta. Per l'enfasi con cui è stato dato (non ci si giocherebbe così la faccia), per la situazione attuale e la posizione del colosso di Redmond - soprattutto in Europa - e, certamente, anche perché quella delineata da Steve Ballmer e Ray Ozzie è una strategia "salvavita", quasi obbligata. Ora è necessario che alle dichiarazioni seguano i fatti. E, considerato lo scetticismo generato da altri annunci simili nel passato, questa volta i fatti devono seguire alla svelta, altrimenti altro che "danno di immagine". I buoni propositi di Microsoft comprendono la pubblicazione delle API (Windows Vista, Office 2007, Windows Server 2008, SQL, Exchange 2007 e Office Share Point Server 2007, comprese le versioni future) sul sito Web e il libero accesso senza il pagamento di royalty per gli sviluppatori, quindi la pubblicazione su MSDN di oltre 30.000 pagine di documentazione per i protocolli server e client, con l'indicazione di quali protocolli sono aperti e quali coperti da brevetti.  Non è  la svolta verso  un modello open source, ci mancherebbe, ma forse il primo riconoscimento che condividere e aprirsi al confronto giova a tutti, in primis a Microsoft e alla qualità del software.

Inserito il 22 di febbraio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Xp SP3 RC2 ora è pubblico

Windows Xp SP3 RC2 è disponibile per tutti, in lingua inglese. Dopo il consueto periodo di testing riservato agli sviluppatori, ora dalla sezione Download Center di Microsoft è scaricabile lo script per procedere con l'aggiornamento. In pratica questo script di appena 37 Kb registra una chiave nel PC che serve poi per riconoscere se sul vostro sistema è possibile procedere con l'installazione, e avvia la procedura. Si raccomanda ovviamente di disinstallare eventuali precedenti release di Windows Xp SP3, altrimenti l'aggiornamento fallisce.
Chi ha installato Windows Xp su una macchina Apple (con piattaforma Intel) può provare anche questa RC2; in questo caso però riceverà un messaggio di errore di spazio su disco insufficiente. Per correggere il problema e andare avanti (così come per dare un'occhiata alle caratteristiche del Service Pack) basta seguire le istruzioni riportate qui. Ricordiamo che la versione finale del SP3 è attesa entro la metà del 2008.

Mario De Ascentiis

Inserito il 20 di febbraio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Windows Server 2008 ha già il SP1

Windows Server 2008 verrà presentato ufficialmente gli ultimi giorni di Febbraio (il 27 negli Stati Uniti) e quella versione conterrà già nel nome la dicitura SP1. E' curioso, come riporta Mary Jo Foley nel suo blog, ma anche assolutamente vero, perché la fonte è Iain McDonald, Director of Project Management for Windows Server, che spiega la situazione in un post del suo MSDN-blog.

Winserver

La dicitura sarebbe il segno concreto che ora Windows Vista e Windows Server sono appaiati, allo stesso  punto di  sviluppo. Il prossimo Service Pack di Windows Server 2008 dovrebbe quindi già essere un SP2 e probabilmente sarà pronto in contemporanea con il corrispettivo di Windows Vista. Iain McDonald ripercorre a grandi linee i tempi di sviluppo e rilascio dei sistemi operativi Microsoft (e relativi SP) dal 2000 ad oggi e spiega anche le ragioni del "disallineamento" tra Windows Xp e Windows Server 2003. Ora tutto tornerebbe in pari e così anche i deployment di Service Pack e di update (lato client e server) sarebbero più facili da gestire. Insomma, una bella semplificazione. Noi speriamo che sia davvero così.

Mario De Ascentiis
 

Inserito il 17 di febbraio 2008 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Vista e i PC cedono il passo al mondo mobile

Al Mobile World Congress 2008 il grande assente è proprio il PC. E' segno dei tempi che cambiano visitare una fiera con tanti dei protagonisti del mondo IT che propongono servizi fino a poco tempo fa accessibili solo utilizzando desktop e notebook, integrati in dispositivi "full optional", che stanno in una mano.

In America il Time ha iniziato la sperimentazione dei notiziari e dei reportage realizzati con pezzi brevi di appena due righe (140-150 caratteri in tutto) da leggere con il cellulare, e a Barcellona c'era già chi scriveva e prendeva appunti direttamente dal BlackBerry o con mininotebook da taschino. La direzione pare segnata. Anche Vista, allora, sembra ancora più "mastodontico", l'idea in sè di un sistema operativo di centinaia e centinaia di Megabyte diventa estremamente pesante.

Vista è un sistema giovane, ma tutt'altro che "smart"... Fa pensare - come minimo - di star seduti in un mondo che corre e, associato al desktop, di essere incatenati a una scrivania, costretti alla staticità, un po' come il Prometeo di Eschilo.

Sono solo impressioni, alimentate certamente dalla sensazione sempre più realistica di poter fare  quasi tutto su una piccola tastiera, con una sola mano. Microsoft allora rilancia con tutte le sue forze la scommessa nel mondo dei telefonini intelligenti, si conquista l'ennesimo spazio per il suo Windows Mobile anche nei cellulari di Sony-Ericsson, avverte il pericolo e si mangia Danger  mettendo un piede nel futuro, forse anche in quello di Google Android... Più smart di così!

Mario De Ascentiis

Inserito il 13 di febbraio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Bollettino sicurezza di Febbraio

E' in arrivo il consueto bollettino sulla sicurezza che sarà ufficializzato martedì 12 febbraio. Per il momento sono previste nel complesso una dozzina di notifiche di cui sette qualificate come critiche e cinque come importanti. Delle sette critiche, quattro riguardano sia il sistema operativo Windows sia Office. Gli aggiornamenti per Windows Vista dovrebbero comunque essere cinque (tre critici). Office, invece, colleziona in tutto 12 segnalazioni di cui due critiche, riguardanti la possibilità di esecuzione di codice in remoto con Windows Vista  e IE7. Il consiglio è sempre quello di tenere aggiornato il più possibile sia il sistema operativo, sia la suite di lavoro per l'ufficio. Sarebbe buona abitudine, in realtà, impostare Vista, Xp e Office 2007 in modo da ricevere automaticamente gli update e le notifiche.  Anche perché si può sempre decidere quali installare e quali no. In questo modo, nel tempo si acquista un briciolo di coscienza critica e si impara a distinguere cosa è realmente necessario al proprio sistema.

Inserito il 8 di febbraio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

SP1 per molti, ma non per tutti

Anche questa volta Microsoft riesce a stupire. Windows Vista SP1 è in RTM, ma qualcuno non potrà installarlo, non subito almeno. Proprio come recitava lo spot: "Per molti, ma non per tutti". Oramai nemmeno questa fase, la Release To Manufacturing, mette più al sicuro dalle sorprese. E' Mike Nash (Windows Vista Team Blog) a spiegare la situazione: Vista SP1 c'è, è pronto, ma non per gli "sfortunati" che utilizzano alcuni tipi di mouse e tastiere che,  per il momento, sono incompatibili, non tanto per i driver in sé, ma per come questi ultimi vengano installati (sic!). Precisiamo: non siamo interessati a sapere se la responsabilità è dei produttori dell'hardware, o se il problema sia effettivamente del SP1. Siamo semplicemente stupiti di come anche il SP1 possa trasformarsi nell'ennesimo autogol per un sistema operativo che da un lato ottiene risultati di vendita significativi e dall'altro continua a collezionare brutte figure.

Mettiamoci il cuore in pace: Vista SP1 non sarà disponibile per il download manuale tramite il servizio Windows Update prima di metà marzo;  l'installazione sarà rifiutata dai computer con i problemi di compatibilità dei driver; l'aggiornamento (in modalità "push"), per coloro che hanno impostato gli Update automatici, arriverà da Microsoft a metà aprile, ma anche in questo caso chi monterà sul proprio computer hardware incompatibile non potrà installare il SP1, fino a quando non avrà a disposizione i drivers "D.O.C." (e questo periodo dipende dai produttori dell'hardware).

Mario De Ascentiis

Inserito il 5 di febbraio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (2) | TrackBack
Tag Technorati:

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Giorni contati...

La RTM di Windows Vista SP1 potrebbe arrivare proprio oggi, almeno a sentire le voci che si rincorrono sul Web. E potrebbe trattarsi di una Build 18000, come riporta Mary Jo Foley nel suo blog, mentre qualcuno sostiene di avere già trovato i relativi file torrent. Fatto sta che i giorni sono davvero contati, e un altro capitolo sarà chiuso. Ci sarà ancora da aspettare, invece (ma oramai si gioca già al rilancio), in merito alla decisione di Yahoo! sul tema caldissimo  dell'offerta di Microsoft.  Provate a immaginare la combinazione Windows 7 + Live + Yahoo!. Se a Redmond riuscisse il "colpo" e l'anti-trust non avesse proprio nulla da obiettare, lo scenario potrebbe cambiare significativamente. Più di una volta Microsoft ha dimostrato di poter acquistare già pronto ciò che non è in grado di sviluppare da sola... In questo caso toccherà a qualcun altro "contare i giorni" e rilanciare.

Inserito il 4 di febbraio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (1) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post