Vista dall'alto

Itespresso

« dicembre 2007 | Main | febbraio 2008 »

Windows 8 e Office 15

Non abbiamo perso il conto delle versioni dei software Microsoft. E' solo che per certi versi il popolo della Rete è "impazzito". Di Vista si è iniziato a parlare sei anni prima che arrivasse, e ora sul Web sono già migliaia le pagine con "scoop" e "contro scoop" su Windows 7 (alcuni veri, altri solo presunti) . Ci sta, basta non esagerare nell'inseguire la notizia. Ma allo stesso tempo chi si è lasciato prendere la mano è andato oltre: "Se c'è un nuovo sistema operativo, ci sarà anche una nuova suite". Giusto! E allora via, altro flame su Office 13, che però non porta buono (sic!), e quindi tutti a parlare anzitempo di Office 14 (tra l'altro già presente come voce in Wikipedia!!!!) E allora perché non dire subito che dopo la versione 14 ci sarà un'Office 15 e dopo Windows 7, certamente anche Windows 8? Credo che non resti il tempo nemmeno per "digerire" i programmi che realmente esistono, e questo non è un bene. Alla fine conferme e smentite si inseguono senza senso e si corre il rischio di scadere nel toto-software.

Mario De Ascentiis

Inserito il 31 di gennaio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

C'è una patch per scaricare il SP1 con Win Server 2003

Il rilascio del SP1 per Windows Vista è fissato oramai per metà Febbraio, e sarà possibile procedere all'aggiornamento anche tramite Windows Update. Gli amministratori di sistema che volessero scaricare il SP1 tramite Windows Server 2003 e Windows Server Update Services, però, si troverebbero in difficoltà se  non avessero aggiornato i loro sistemi. Il SP1 di Windows Vista infatti è particolarmente corposo e un problema con l'API WinVerify Trust costringerebbe a scaricare l'update, ma senza possibilità di validarlo, e quindi chiederebbe ogni volta la ripetizione della procedura. Il supporto tecnico di Microsoft ha documentato già da tempo questo problema; per quanto nella documentazione non sia menzionato Windows Vista, scaricando questo hotfix e installandolo in System Center Essentials Server si potrà agevolmente portare a termine l'operazione.

Mario De Ascentiis

 

SearchPerform an advanced search querySOFTPEDIA

Inserito il 29 di gennaio 2008 in Windows Server
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pochi amano Vista, ma è il più sicuro

Questa mattina mi è capitato di scambiare quattro chiacchiere, in treno, con il tipico "passeggero qualunque" che, incuriosito dalla mia lettura di un manuale su Vista, mi ha chiesto cosa fare per tornare a Xp. Il suo notebook ha solo 1 Gigabyte di memoria, ma gli è stato venduto con la licenza Vista Premium. Questo signore non si trova  bene, non ha nessuna intenzione di comprare della RAM in più, e vuole semplicemente "tornare a lavorare come è sempre stato abituato a fare", in attesa del passo successivo di Microsoft (Windows 7 + Windows Live?). Credo che sia una storia abbastanza comune. Pare, però, che Vista sia davvero il sistema operativo Windows più sicuro, e ancora di più lo sarà dopo la SP1 (attesa oramai a settimane). La fonte è Microsoft: nel primo anno di vita, Vista avrebbe fatto registrare meno vulnerabilità di qualsiasi suo predecessore (e in alcuni casi anche di OS concorrenti). Non ci credete? Leggete il report ufficiale curato da Jeffrey R. Jones, Microsoft Security Strategy Director. Meno vulnerabilità, meno mesi con aggiornamenti, meno virus; questo in sintesi il quadro.
Se non siete d'accordo fatecelo sapere e, se ve la sentite, sostenete le vostre ragioni nel blog ufficiale Msdn sulla sicurezza.

Mario De Ascentiis

Inserito il 25 di gennaio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (7) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

La virtualizzazione è la chiave per lo sviluppo IT, però...

Bob Muglia è vicepresidente senior della divisione Server and Tools di Microsoft e in occasione del Virtualization Summit ha delinato le strategie della casa di Redmond volte a offrire gli strumenti di virtualizzazione più adatti alle aziende che devono affrontare le sfide dello sviluppo IT. L'acquisizione di Calista Technologies e un'alleanza più solida con Citrix sono solo alcuni dei passaggi chiave in questo senso. L'obiettivo è trasformare il mondo dei server in data center dinamici, per sfruttare al massimo le risorse disponibili riducendo i costi di gestione. Windows Vista eseguito direttamente sui server, e il PC o il thin client come semplici porte di accesso, questo è in parole semplici il modello proposto. Lo stesso vale per Office (le versioni 2003 e 2007 possono essere eseguite in Microsoft Application Virtualization). Tutti i componenti di un sistema desktop sono virtualizzabili, dal sistema operativo alle applicazioni, ai dati,  e sono accessibili su richiesta, da qualsiasi luogo. Dovrebbe essere tutto più agile e flessibile... Dovrebbe, appunto. Ma il cuore del sistema diventa ancora più vitale. Cosa succede se qualcosa va storto e cessa anche solo per un momento di battere?

Inserito il 23 di gennaio 2008 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Conto alla rovescia per Windows Server 2008

Non ci saranno rinvii né ritardi e la macchina organizzativa oramai si è messa in moto: da qui alla fine di Febbraio ci sono solo passaggi obbligati per Windows Server 2008. Il suo arrivo sarà "celebrato" gli ultimi due giorni di Febbraio insieme a Visual Studio 2008 e SQL Server 2008, con una campagna il cui claim "Gli eroi sono qui" la dice lunga... Gli addetti ai lavori definiscono questa fase "escrow" (impegno scritto, ma anche deposito in garanzia) e fra un paio di settimane i giochi saranno fatti. Windows Server 2008 è il primo OS server di Microsoft con Hyper-V hypervisor ( il sistema di virtualizzazione) integrato, che in versione stand-alone vedrà la luce solo nei mesi successivi. E' uno dei fiori all'occhiello del nuovo OS, ma non l'unico. Anche il codice della SP1 di Windows Vista beneficerà del rilascio di Windows Server 2008 e i due sistemi (server e desktop) si ritroveranno così "allineati". Vedremo se questo passo favorirà le procedure di update delle piattaforme nelle aziende.

Inserito il 21 di gennaio 2008 in Windows Server
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Come è difficile far cambiare idea

L'attenzione di questi giorni è tutta catalizzata dagli annunci di Steve Jobs. Sembra che appena Apple si muova sia sempre per qualcosa di eccezionale. Anche al di là del valore delle novità. Che sia per l'iPhone, per l'iPod Touch, per un nuovo sistema operativo, per il notebook più sottile o per un disco di backup, quando Jobs parla (guardate qui il suo Keynote al MacWorld Expo 2008) tutti si aspettano sempre e solo cose fantastiche. A volte il gioco riesce (la maggior parte delle volte), altre volte no. A Microsoft non riesce quasi mai, anzi, i commenti agli annunci della software house di Redmond sono sempre del tipo: "Chissà! Funzionerà!?", "Aspettiamo il Service Pack", "Sempre con i loro formati proprietari", e via dicendo. In alcuni casi anche in modo ingiustificato. Ora in Rete c'è persino chi si lamenta che per l'upgrade del SP1 di Vista servono 4 giorni. In realtà la differenza è una sola: Apple stupisce sempre con il design e la sapienza nella comunicazione e... "emoziona". Microsoft non ci riesce, è come se il suo mondo complesso subisse la "società complessa", mentre il mondo della Mela ne fosse immune, sviluppasse software e creasse hardware così, con la leggerezza di chi, quando suona improvvisando, crea capolavori. Ma Apple non improvvisa proprio nulla... e per Microsoft far cambiare idea è sempre più difficile.

Mario De Ascentiis

Inserito il 16 di gennaio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (5) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Lunga vita a Win Xp con il SP3

Provate a pensare: tra appena 15 giorni il mercato si sarebbe ritrovato "orfano" di uno dei sistemi operativi certamente meglio riusciti nella storia della casa di Redmond.

Il condizionale è d'obbligo perché fino a Settembre 2007 la scomparsa di Windows Xp era segnata per il 31 di gennaio di quest'anno. Poi sono arrivati l'annuncio di Microsoft e l'estensione della disponibilità delle edizioni di Windows Xp per gli OEM e il canale retail fino al 30 giugno 2008 (ne avevamo parlato proprio in questo blog). Ora, come minimo, possiamo ancora contare sulla SP3, entro la metà del 2008, e qualcuno osa sperare addirittura in un successivo SP4. La preview del SP1 di Vista (da cui ci si aspettava di più) non fa che aumentare le speranze e di sicuro Windows Xp riuscirà a rubare a Vista ancora qualche cosa (per esempio la nuova procedura di attivazione). A parte particolari esigenze legate al mondo dei giochi, sembra proprio che gli utenti siano più propensi a imparare a utilizzare a fondo gli applicativi a disposizione piuttosto che non cambiare i programmi cui sono oramai abituati. E infatti il software a 32 bit sul desktop è ancora più "forte" che mai, e probabilmente resisterà non solo per tutto il ciclo di vita di Windows Vista, ma anche in Windows 7.

Inserito il 14 di gennaio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Vista, quasi un problema di immagine per Microsoft

Secondo una dichiarazione di Paul DeGroot, esperto di DirectionsOnMicrosoft.com, "Microsoft potrebbe aver riconosciuto Vista come un brand  -oramai - danneggiato". Questa affermazione, certamente azzardata, è stata raccolta in rete anche da Joe Wilcox di Microsoft Watch. Il problema c'è. Fino a che Microsoft viene identificata con Windows, tutti riconoscono il sistema operativo che fa funzionare la stragrande maggioranza dei desktop del pianeta, ma quando si inizia a parlare di Windows Vista l'entusiasmo cala vistosamente. L'annuncio della Service Pack 1 (il cui ultimo aggiornamento è la Build 17128 disponibile per 15.000 beta tester da due giorni e in una build meno aggiornata pronta per il download pubblico ), non sembra sufficiente a cambiare quella che oramai è un'idea consolidata. Vista però è solo una parte dell'universo Windows ed è sempre più spesso un brand associato ai servizi Live e Mobile, così come si è visto anche al CES di Las Vegas. Cambio di strategia in corso a Redmond?

Inserito il 11 di gennaio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Arrivano gli UMPC e Origami Experience 2.0

Chissà se nel conteggio delle copie vendute di Windows Vista rientrano anche le licenze per gli UMPC con Origami.

Quando il PC è un "mini PC", infatti, anche il sistema operativo e le applicazioni per farlo funzionare si devono adeguare. E così proprio al CES 2008 di Las Vegas Microsoft ha deciso di presentare e affidare ai produttori di Ultra Mobile PC (UMPC) il suo Origami Experience 2.0 per la fase di testing e di pre-installazione su questi dispositivi. Vnunet ha preannunciato l'arrivo della nuova generazione di Origami già da tempo, ora però ci siamo davvero e al CES gli UMPC sono una realtà sotto gli occhi di tutti.

Le nuove applicazioni di Origami Experience 2.0 sarebbero quattro:

Origami_centralOrigami Central, un sistema di navigazione tra i contenuti Web rinnovato con pieno supporto ai feed RSS per trovare più velocemente contenuti multimediali (musica e video, ma anche audiolibri);

Origami Now per l'accesso immediato a posta elettronica, calendari, previsioni del tempo;

Picture_passwordOrigami Picture Password, un nuovo sistema di log-in che consente l'accesso al dispositivo toccando alcuni punti predeterminati di una foto; e un nuovo sistema di personalizzazione dei controlli "touch" denominato Touch Settings.

Mario De Ascentiis

Inserito il 9 di gennaio 2008 in Windows Xp
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Inizio d'anno "critico" anche per Vista

Martedì 8 Gennaio arriva un aggiornamento davvero importante per Windows Vista e per tutte le versioni di Windows sia a 32 che a 64 bit, Windows Server 2003 compreso. La patch dovrebbe infatti risolvere un problema qualificato come critico nel sistema di classificazione predisposto dalla stessa Microsoft. La vulnerabilità infatti consentirebbe agli hacker di installare software non autorizzato sui computer delle vittime. Il bollettino sulla sicurezza di Microsoft ha preannunciato anche una seconda patch, ma per una falla di minor gravità che non dovrebbe riguardare Vista, ma "solo" Windows 2000, Windows Xp e Windows Server 2003. E in rete non mancano i commenti riguardo al fatto che per essere il primo mese del nuovo anno non è andata poi così male: Microsoft nel 2007 ha distribuito 69 update per la sicurezza con una media di 6 update al mese...

Mario De Ascentiis

Inserito il 4 di gennaio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Utenti sotto controllo

Le versioni di Vista professionali prevedono funzionalità avanzate diverse e più complete rispetto a quelle disponibili nelle edizioni Home Basic e Premium. Per esempio lo snap-in Utenti e gruppi locali che consente di configurare alcune opzioni ad hoc sia per gli Account utenti locali, sia per i Gruppi di protezione. Per attivare questo snap-in basta andare in Gestione computer/Utilità di sistema/Utenti e gruppi locali e al prompt dei comandi digitare il comando lusrmgr.msc. Da qui in Account utente avanzati bisogna poi cliccare sulla scheda Avanzate e sul pulsante relativo con il medesimo nome. Tra le varie possibilità di controllo sulle opzioni c'è anche quella relativa allo Sblocco dell'account utente che ha tentato l'accesso più volte (con inserimento errato della password), oppure, tramite la scheda Profilo si possono inserire script personalizzati di accesso diversi per ogni utente.

Mario De Ascentiis

Inserito il 3 di gennaio 2008 in Windows Vista
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post