Vista dall'alto

Itespresso

« aprile 2007 | Main | giugno 2007 »

Avete perso la password?

E' proprio capitato a noi, ma prima o poi siamo convinti possa capitare a tutti, soprattutto quando non si utilizza il PC per un po' di tempo, oppure se ne utilizza più di uno e la memoria è un po' "bacata"... Comunque sia: se avete perso la password del vostro account e non avete la minima idea di come fare, dovete prima di tutto rivolgervi al vostro administrator sperare che sia una persona saggia e previdente e che abbia preso le dovute precauzioni prima di consegnarvi  la  macchina. Quelle che seguono infatti sono le uniche due possibilità (previste dal sistema operativo) per poter tornare a lavorare in tempi brevi e con tutti i vostri file al loro posto:

  • In fase di creazione delle password era possibile impostare un suggerimento che veniva richiesto proprio sotto il campo di inserimento della parola chiave. L'avete fatto? Qualcuno l'ha fatto per voi? Se sì, bene - fatevelo dire, altrimenti le vostre possibilità si sono già ridotte del 50% :-)
  • Prima di iniziare a lavorare su un computer nuovo avreste dovuto creare un disco di reimpostazione password. Vi siete ricordati vero? Se la risposta è sì, l'avete scampata bella, se la risposta è no... beh! Un pochino ve la siete cercata :-)

    Ricordate che la creazione di questo disco è possibile solo per il proprio account utente locale, se il PC è parte di un dominio non si può fare. Se la memoria non vi ha ancora abbandonato e siamo riusciti a mettervi un po' paura ecco la procedura che dovete seguire per creare subito il disco di reimpostazione password:

  • Accedete al sistema con l'account per cui volete creare il disco
  • Andate in Pannello di Controllo/Account Utente
  • Fate clic su "Crea un disco..." nel riquadro delle Attività e si avvierà la procedura guidata di reimpostazione.


    Quando vi sarete dimenticati la password dovrete fare così:
  • Al momento dell'accesso digitate quello che vi ricordate, senza timore di sbagliare
  • Probabilmente avrete scritto una sciocchezza e Windows vi avverte che la password è errata
  • Fate clic su Ok, vi viene proposto di nuovo di procedere con l'accesso, ma sotto la password troverete del testo aggiuntivo.
  • Se vi è venuto in mente qualcosa, bene, altrimenti fate clic su Reimposta la password e vi verrà chiesto di indicare dove si trova il vostro disco per reimpostare la password, a questo punto inseritene una nuova.


    Non preoccupatevi... fila tutto liscio. E il vostro disco sarà riutilizzabile così come è anche per le volte successive.

    Mario De Ascentiis

Inserito il 29 di maggio 2007 in Windows Xp
Permalink | Commenti (11) | TrackBack
Tag Technorati: , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

I primi 100 giorni di Vista

Windows Vista ha fatto  vendere a  Microsoft  40 milioni di licenze nei primi 100 giorni di presenza sul mercato, di questi 40 milioni il 78% con le edizioni più costose. Questo secondo una nota Reuters è quanto avrebbe affermato Bill Gates a Los Angeles, sul palcoscenico del WinHec 2007. Secondo il chairman di Microsoft avrebbe contribuito a questo successo lo spostamento sempre più accelerato verso uno "stile di vita tutto digitale". E' curioso il fatto che Vista sia stato definito il più importante "upgrade" del più grande produttore al mondo di software, in più di cinque anni...
Svelato "ufficialmente" anche il nome vero di Longhorn : la prossima versione del sistema operativo Microsoft per i server si chiamerà semplicemente Windows Server 2008 e vedrà il debutto nella seconda metà del 2007, come già si sapeva (per una clamorosa svista di Microsoft nei suoi comunicati stampa il nome era già trapelato qualche giorno fa ed era stato ripreso da Mary Jo Foley). Uno studio di IDC stima in 120 miliardi di dollari l'impatto economico complessivo sul mercato di Windows Vista e Windows server insieme. Insomma... ancora tanto tanto ottimismo. Ma queste stesse cifre portano a qualche riflessione: Vista per ora deve il suo "successo" a chi ha cambiato il PC sull'onda dell'entusiasmo e a chi aveva soldi da spendere nel rinnovo parco macchine (in azienda). Dubito infatti dei buoni risultati delle versioni Business e Ultimate come semplici upgrade. Vista e WS 2008 potrebbero invece davvero essere gli OS con cui "sbancare" (anche nel mondo server) se Microsoft riuscisse ad affermarsi in oriente (Russia, Cina, Korea sono solo alcuni dei paesi di cui si è parlato di più in questi giorni) imponendo l'"accoppiata". Tanta è l'attenzione riservata da Bill Gates alla penetrazione in questi nuovi mercati... perché è sugli alti numeri delle licenze vendute in accordo con quei governi che si gioca la partita più importante.
Mario De Ascentiis

Inserito il 15 di maggio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (12) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Chi cerca trova, ma non tutto!

Oramai è noto che uno dei punti di forza di Windows Vista sarebbe la possibilità di cercare documenti e file in modo molto più semplice rispetto a prima. Basta utilizzare la casella Cerca dal menu Start. In questo modo è possibile anche trovare i software eseguibili non direttamente accessibili da "Tutti i programmi", magari proprio quelli che i neofiti, appena passati da Xp a  Vista, non sanno dove siano andati a finire. Peccato che la ricerca dinamica funziona solo con le cartelle indicizzate e quelle di sistema non lo sono, quindi se anche solo cercate dove si sia cacciato il programma per modificare il registro di sistema, avete solo una possibilità di trovarlo: ricordarvi il nome preciso -  "regedit". Chissà quanto bisognerà aspettare ancora per avere un sistema operativo che consente di trovare al volo una voce del registro proprio quando serve. E non dite che questo servirebbe solo agli smanettoni! Ci sono software, per esempio alcuni antivirus, che  "amano" modificare il registro per ragioni di sicurezza, ma nessuno poi dice che sono proprio questi parametri modificati a impedire cose semplicissime come accedere ai file condivisi in una rete locale... Per fortuna che tutto doveva essere più facile!
Mario De Ascentiis

Inserito il 6 di maggio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (10) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post