Vista dall'alto

Itespresso

« gennaio 2007 | Main | marzo 2007 »

Quei maledetti 64 bit

Windows Xp a 64 bit esiste da quasi due anni, chi ha un Computer come si deve può installare Windows Vista anche a 64 bit, in Microsoft già stanno lavorando a Windows 7 e voci sul Web dicono che questa versione sarà disponibile SOLO a 64 bit... La realtà è che di questi 64 bit se ne parla tanto e da un pezzo, ma alla fine pochi, anzi pochissimi, lavorano su questa piattaforma e tra mille difficoltà (leggete qui, ma è solo un esempio). Chi nel "lontano" 2005 ha acquistato uno dei primi PC consumer  allettato dalle promesse di tanta sicurezza in più e performance ad alto livello, si dibatte ancora oggi tra mille difficoltà, anche perché di software in giro ce ne è proprio pochino... non è che nel 2009 ci ritroviamo ancora con la consolidata piattaforma a 32 bit e... tanti saluti?
Mario De Ascentiis

Inserito il 27 di febbraio 2007 in Windows Server
Permalink | Commenti (21)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità

Ballmer agli analisti: "Troppo ottimismo su Vista"

Steve Ballmer, il CEO di Microsoft, è per sua natura portato a "pensare positivo". Per questo fa riflettere ancora di più il suo intervento ieri, ripreso dal New York Times, durante un meeting con gli analisti di Wall Street. Secondo Ballmer sarebbero stati troppo ottimisti sulle previsioni di crescita di Vista e sul legame tra queste e le vendite dei PC, almeno nel breve periodo... La strategia di Microsoft, prosegue il CEO, richiede "pazienza e perseveranza" e già in passato è stato dimostrato che questo porta frutto... Della serie: "gutta cavat lapidem"!... Dagli oggi e dagli domani vedrete che ha sempre ragione lui.
Mario De Ascentiis

Inserito il 16 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (5)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

A Symantec non va giù...

Durante lo sviluppo di Vista  non poche furono le polemiche riguardo la volontà di Microsoft di condividere con le software house le informazioni necessarie per lo sviluppo dei software di sicurezza (vi ricordate? Leggete qui). A un certo punto tutto il putiferio sollevato sembrò cadere nell'oblìo ("Ora siamo tutti d'accordo, è tutto a posto", vociferarono a Redmond), ma evidentemente è difficile dimenticare, quando i sassolini nella scarpe continuano a far male. Solo così può essere letta l'esternazione di John Thompson. Il CEO di SYmantec ha dichiarato che la sua azienda non ha ancora pianificato la migrazione a Vista e che quello di Microsoft non è un sistema operativo sicuro al punto di poter fare a meno di software di sicurezza ad hoc... Credo che questo nessuno l'abbia mai pensato, ma è altresì vero che Microsoft con i suoi servizi software ce la sta mettendo proprio tutta per "soffocare" il mercato dei prodotti per la sicurezza, almeno in ambito consumer...e visto che comunque sono a pagamento, non si capisce quale potrebbe essere il reale vantaggio per gli utenti, mentre si capisce molto bene come in poco tempo si potrebbero ritrovare con ancora meno possibilità di scelta.
Mario De Ascentiis

Inserito il 14 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (2)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

nVidia, che brutta figura!

Che le performance grafiche sarebbero state un punto di forza di Vista non era una novità; che per il lancio di Vista non sarebbero stati pronti i driver per le schede grafiche, era stato più e più volte annunciato e "denunciato" anche dalle voci di questo portale... La situazione ora è quella che è. Per farla breve: i driver messi a disposizione da nVidia sono di qualità tale da aver fatto convergere le ire dei videogiocatori che si sono organizzati per pretendere quanto dovuto, minacciando di adire le vie legali (date un'occhiata qui). Dwight Diercks, (vicepresidente di nVidia) ha promesso una nuova release dei driver per Vista ogni mese, e pare che a Marzo, finalmente, dovrebbe comparire la versione con il pieno supporto per le schede GeForce 7 in SLI e solo ad Aprile il supporto SLI per le Direct X 10. Comunque vada a finire, la situazione è chiara! E come al solito a farne le spese sono gli utenti che si ritrovano un sistema operativo che pare  già essere una versione  "di transizione"  e che sul campo non è nemmeno sfruttabile appieno dai più appassionati che hanno speso anche migliaia di euro per una macchina potente ...Wow! Complimenti a tutti...in particolare a nVidia!
Mario De Ascentiis

Inserito il 13 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (5)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Il cerchio si chiude

Con Windows Mobile 6, anche i palmari e gli smartphone godranno di alcune delle nuove funzionalità presenti su Windows Vista. E d'altra parte l'OS per i dispositivi mobile non poteva rimanere estraneo ai profondi cambiamenti di tutto il sistema Windows, di Exchange Server 2007, e del sistema Live, sempre più pervasivo. Scegliere una piattaforma, vorrà dire, sempre di più, fare una scelta definitiva, quasi una scelta di campo. Symbian ha resistito fino ad ora... ma il 2007 è davvero un anno decisivo e non è detto che a fine anno le quote di mercato lo diano ancora vincitore.
Mario De Ascentiis

Inserito il 12 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (2)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

BitLocker non piace alla Nasa

La funzione di crittografia più innovativa di Windows Vista per la tutela dei dati aziendali ha ricevuto un... "warning" dai tecnici Nasa!! L'agenzia aerospaziale americana ha infatti messo in guardia i suoi tecnici per un loophole di BitLocker (leggete qui). Pare infatti che quando il notebook viene chiuso e messo in modalità "sleep", al "risveglio" non venga richiesto l'inserimento della chiave USB che garantisce l'identificazione del proprietario (come dovrebbe essere). Il consiglio degli IT administrator Nasa  sarebbe quindi quello di ridurre al minimo il tempo di permanenza in modalità "sleep" per un più rapido passaggio alla modalità "hibernate", che invece non soffre di questo piccolo problema. Aziende avvisate...
Mario De Ascentiis

Inserito il 8 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (2)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

"Microsoft vuol dire fiducia"

Non ce n'è... il titolo di questo blog, ne sono convinto, farà sorridere la maggior parte delle persone. E' inevitabile. Tanto lo slogan ha contribuito a far la fortuna della Galbani e della sua Certosa (era credibile), quanto associato all'azienda di Redmond...Beh! Ditelo voi. C'è tutto un lavoro da fare per riconquistare la fiducia perduta (a torto o a ragione che sia). Sul sito Microsoft è stato pubblicato un lungo intervento di Bill Gates sulla sicurezza (in questi giorni è inevitabile non parlare d'altro); torna nella sua lettera il tema del "Trustworthy Computing" di cui Vista sarebbe la migliore espressione a oggi possibile, il concetto che la sicurezza non riguarda solo le vie di scambio delle informazioni, ma anche i dispositivi su cui queste informazioni risiedono e i comportamenti di chi li gestisce A leggere l'intervento pare che le preoccupazioni di Gates abbiano un tono quasi filantropico: però è proprio da Redmond che sono usciti sistemi operativi bacati, resi sicuri, solo dopo anni di Service Pack e patch. E perché mentre si dichiara intenzionato a seguire la "sacra via" di un futuro migliore e per tutti più tranquillo il chairman nomina con una certa disinvoltura (tra gli altri) software come Live OneCare la cui protezione offerta al sistema è solo parziale, ma il cui costo è già reale? E' Live OneCare un'espressione della grande volontà di collaborare "tutti insieme" (tutti insieme chi?) per rendere più sicuro il PC? Non è che certi risultati non arrivano invece proprio perché "si condivide" poco, ma "si vuol fare troppo" e tutto da soli, in casa propria?
Mario De Ascentiis

Inserito il 8 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

La miglior difesa? L'attacco!

Così deve aver pensato Bill Gates che, per rispondere alla campagna di Apple "Get a Mac" ha sfruttato un'intervista su Newsweek e ha spiegato come Vista non sia affatto una "copia" del sistema operativo di Steve Jobs e sia anche più sicuro. Gli argomenti? In Vista è stato fatto un duro lavoro sul codice per evitare ogni genere di "exploit", sul Mac no. Nella stessa intervista Gates ha affermato che i Mac sono del tutto esposti a questi attacchi (date un'occhiata al MOAB  - The Month of Apple Bugs di Gennaio 2007) che consentirebbero di prendere il totale controllo di una macchina e ha sfidato chiunque a fare la stessa cosa su Vista una sola volta al mese. Coraggioso! Ora non resta che stare a vedere che succede, però il fatto che sia "sceso in campo" in prima persona la dice lunga!
Mario De Ascentiis

Inserito il 6 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

E Windows arriva a 7

Le voci su "Fiji" e "Vienna" non erano solo voci, ma è bastato lanciare Vista e, come in una pazza corsa, si è già entrati nel futuro. Il prossimo Windows dovrebbe avere il suo punto di forza nei servizi "Live". E mentre uno di questi (Live OneCare) soffre insieme ad altri antivirus per le feroci critiche sulla sua reale efficenza, il popolo della Rete e i blogger più fedeli a Redmond rilanciano i "desiderata" di un sistema che consenta di lasciare on-line tutto quello che è una gran scocciatura ripristinare o trasferire quando si cambia device o PC. L'idea non è male... e se Microsoft mettesse ben a fuoco la direzione di sviluppo potrebbe partire subito con la marcia giusta, senza proclami infondati e inutili marce indietro.
Inanto però a Marzo arriva Leopard (e il Mac riguadagnerà un bel vantaggio - almeno un paio d'anni :-). Windows 7  - quando sarà - non sarà una creatura di Jim Allchin che è appena andato in pensione... salutando sul blog di Vista, a modo suo. Onore al merito, Allchin ha trascorso 16 anni in Microsoft e ha "quasi" sempre fatto un buon lavoro. Alle PDC l'appuntamento con lui era per tutti imperdibile e illuminante.
Dispiace solo che Vista, la sua ultima fatica,  non sia stata la sua opera migliore  e credo proprio che questa volta nessuno potrà fargli fare marcia indietro con un incoraggiante:"Provaci ancora... Jim!!"
Mario De Ascentiis

Inserito il 6 di febbraio 2007 in Windows 7
Permalink | Commenti (4) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

iTunes non funziona con Vista

Tanto per cominciare, se avete comprato della buona musica o dei film su iTunes Music Store, con Vista non potrete goderveli (leggete qui) inoltre se scollegate il vostro iPod dalla barra di sistema utilizzando l'opzione "Rimozione sicura hardware" potreste danneggiare il vostro iPod (è consigliato rimuovere l'Ipod direttamente da iTunes). In questa pagina  trovate  altre importanti  informazioni e  i consigli su come muovervi, sta di fatto che solo la prossima versione di iTunes dovrebbe riportare tutto alla normalità. Siamo solo agli inizi, ma chissà quante altre piccole "cosucce" come questa  scopriremo, da qui a qualche mese. E non importa nemmeno sapere se è il software di Apple inadeguato o il sistema operativo, sta di fatto che i guai capitano agli utenti e tocca a loro poi uscirne.
Mario De Ascentiis

Inserito il 4 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Le verità scomode

Proprio ieri Bill Gates era in Romania per il lancio di Windows Vista e Office 2007. Grande imbarazzo quando il presidente di quel paese (Basescu) ha esclamato - nella sostanza - che la "pirateria" ha aiutato le giovani generazioni a scoprire il computer . Eppure, questa affermazione non è proprio fuori dalla realtà e basterebbe non "resettare" la memoria per ricordare che tante aziende software hanno fatto una vera fortuna lasciando copiare programmi poi perfezionati, e rivenduti (o "assistiti") a peso d'oro (Autodesk AutoCAD è uno degli esempi più eclatanti). La pirateria solo ORA è un reato, un tempo invece i produttori facevano finta di nulla e nelle università circolavano migliaia di copie di software senza licenza.. e tutti erano contenti. La Romania, pur con il suo 70% di software contraffatto (nonostante una legge in vigore da 10 anni), è una delle economie più in rapida crescita, grazie all'alto livello di istruzione tecnica del paese, e al "fiorente mondo sottorrenaeo dei pirati informatici" (così dicono esperti e investitori stranieri)... Bill Gates non commenta... Ma se si tornasse un po' alle origini? Il software gratuito e chi vuole si compra l'assistenza... è così sbagliato?
Mario De Ascentiis

Inserito il 2 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (5) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

E adesso la pubblicità!

Con il lancio di Vista è partita anche una campagna pubblicitaria martellante (Wow! - 2 settimane sulla TV generalista e poi ancora MTV e Sky e pubblicità virtuale su Mediaset Premium, le ultime pagine di tutti i quotidiani nazionali e gli spot al cinema sia a febbraio che a marzo), ma è niente rispetto agli annunci pseudo-pubblicitari che potrebbero sorbirsi in futuro gli appassionati della sidebar e dei "gadgets"...

Quello che si tiene fuori dalla "finestra" (disattivazione dei pop-up in Internet Explorer) Microsoft potrebbe lasciarlo "passare" in qualche modo... dalla "sidebar". E infatti le aziende che lo vorranno potranno creare gadgets di servizio con cui configurare la nuova barra laterale di Vista (ma il confine tra un servizio e uno spot può essere sottilissimo)... In America è già un vero e proprio business, i gadget di Air Asia  e Franklin Covey ne sono un esempio di genere diverso; in Italia sembra siano già pronte Ferrari e Vodafone . Chiaramente uno può fare quello che vuole con il PC, però poi non dite che non vi avevamo avvertito ;-)
Mario De Ascentiis

Inserito il 1 di febbraio 2007 in Windows Vista
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post